Udinese-Milan 1-2, Pioli: “Il nostro obiettivo è migliorarci” | Serie A News

UDINESE-MILAN ULTIME NEWS – Stefano Pioli, tecnico rossonero, ha commentato così Udinese-Milan 1-2 della ‘Dacia Arena’. Ecco le sue dichiarazioni

di Daniele Triolo, @danieletriolo
Stefano Pioli AC Milan

Udinese-Milan 1-2: Pioli commenta così la partita

 

UDINESE-MILAN ULTIME NEWSStefano Pioli, tecnico rossonero, ha commentato Udinese-Milan 1-2 della ‘Dacia Arena‘ nel post-partita. Le sue dichiarazioni sono state riportate dal quotidiano ‘Tuttosport‘ in edicola questa mattina.

“Non è stata la nostra miglior partita dal punto di vista tecnico – ha ammesso Pioli su Udinese-Milan -, ma abbiamo voluto superare le difficoltà che gli avversari ci hanno messo di fronte. Una gara difficile, complicata, ma ci abbiamo creduto fino alla fine. Grande merito ai giocatori”.

Pioli ha poi proseguito: “L’ambiente è compatto. Si lavora con serietà e serenità: sono le caratteristiche ideali per far rendere al meglio le nostre qualità. Il nostro percorso è solamente all’inizio, l’obiettivo è migliorare il risultato dello scorso anno. Le squadre che ci sono arrivate davanti, più il Napoli, sono davvero forti. Pensiamo ad una partita alla volta, poi i conti si fanno alla fine”.

Zlatan Ibrahimovic ha deciso Udinese-Milan con una rovesciata e Pioli si è espresso così sul fuoriclasse svedese. “Ibra è un campione, è stato fondamentale nella crescita di tutta la squadra. Tutti i ragazzi stanno crescendo veramente tanto per diventare una squadra ancora più competitiva ed ambiziosa”.

Ibra, senza mezzi termini, punta lo Scudetto. Pioli, di questo, che ne pensa? “Zlatan può dire quello che vuole – ha ironizzato l’allenatore -, sa benissimo quanto è importante per la crescita di questa squadra e che il percorso è lungo e difficile. Pensiamo una partita alla volta ed a superare queste sfide difficili”.

“Io so che sto allenando una squadra forte – ha sottolineato Pioli dopo Udinese-Milan -. Gliel’ho detto a fine primo tempo. Siamo una squadra giovane, ma per me non sono secondi a nessuno. Siamo ancora all’inizio, l’anno scorso siamo arrivati sesti: le squadre che ci hanno preceduto sono forti”. I NUMERI, PERÒ, PARLANO DI UN MILAN DA TITOLO >>>

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy