Milan-Roma, Condò: “Test complesso, ma di esame in esame ci si laurea”

MILAN-ROMA ULTIME NEWS – Paolo Condò, giornalista sportivo, ha parlato dei temi principali di Milan-Roma di questa sera a San Siro su ‘Repubblica’ di oggi

di Daniele Triolo, @danieletriolo
Paolo Condò Milan Scudetto

Verso Milan-Roma: l’opinione di Condò sul match e sui rossoneri

 

MILAN-ROMA ULTIME NEWSPaolo Condò, giornalista sportivo, ha parlato dei temi principali di Milan-Roma di questa sera a San Siro sul quotidiano ‘Repubblica‘ in edicola questa mattina.

Queste le parole di Condò. “La partita più importante della quinta giornata si gioca stasera fra il Milan e la Roma. Un match che si fa beffe di pronostici precocemente invecchiati, come molte cose in quest’autunno scellerato. Se vincerà il Milan il suo vantaggio si dilaterà a 4 punti. Notevole dopo sole 5 partite. Se viceversa fosse la Roma a centrare il colpo, entrerebbe di diritto nella mischia dell’alta classifica. Facendo risaltare ancor di più la mostruosità giuridica – non contesto il giudice, contesto la norma – che le ha tolto il punto di Verona per un errore burocratico che non le ha portato vantaggi pratici”.

“L’evidenza che alcune squadre possano contare su una rosa migliore rispetto al Milan spinge da mesi a cercare giustificazioni al suo rendimento effervescente. È stato sottolineato il carisma di Zlatan Ibrahimović, che ovviamente è parte non piccola delle vittorie rossonere. È stato ipotizzato che una squadra giovane venga in qualche modo “liberata” dall’assenza di un pubblico pretenzioso come quello di San Siro. Ed è probabile che ci sia del vero. Si è detto che il calendario abbia avuto un ruolo rilevante nella partenza sprint, e non c’è dubbio che prima del derby il Milan non abbia trovato corazzate sul suo cammino. Ma se ogni giustificazione contiene una parte di verità, quello che fin qui è sfuggito è il quadro generale di una squadra in costante miglioramento come i suoi componenti”, ha proseguito Condò su Milan-Roma.

“Il governo di Stefano Pioli ha appena festeggiato un anno di vita nel quale è stato seguito un filo logico, e dopo la crisi dovuta alla prospettiva Ralf Rangnick – dalla quale Ivan Gazidis è stato bravo a recedere – il rendimento è migliorato ancora nei campioni (Gigio Donnarumma), nei buoni giocatori (Hakan Çalhanoglu) e in quelli che non venivano ritenuti da Milan (Davide Calabria). La Roma è un test ulteriore, complesso. Paulo Fonseca sta concludendo con stile un percorso che lo voleva fuori con la nuova proprietà, e invece per suo merito dovrebbe vederlo ancora dentro. Non sarà esaustivo, nulla lo è in una stagione svuotata di certezze. Ma occhio che di esame in esame ci si finisce per laureare”, la conclusione di Condò su Milan-Roma. TUTTO QUELLO CHE C’È DA SAPERE SUL MATCH IN TEMPO REALE >>>

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy