Milan, Rafael Leao al bivio: consacrazione o cessione

Milan, Rafael Leao al bivio: consacrazione o cessione

ULTIME NOTIZIE MILAN NEWS – Rafael Leao, attaccante rossonero, è cresciuto di tono post-lockdown, ma deve migliorare ulteriormente. Il punto di ‘Tuttosport’

di Daniele Triolo, @danieletriolo
Rafael Leao Milan

ULTIME NOTIZIE MILAN NEWS – Il quotidiano ‘Tuttosport‘ oggi in edicola ha fatto il punto della situazione su Rafael Leao, classe 1999, attaccante portoghese del Milan che, durante le vacanze, avrà modo di rilassarsi e ripassare tutto quanto ha imparato nella sua prima annata rossonera per lanciarsi, alla grande, nella stagione 2020-2021.

Sarà l’esame di maturità per Leao, che dovrà dimostrare a tutti di essere un campione. Nel suo primo anno con la maglia numero 17 del Milan, il giovane prelevato dal Lille per 24 milioni di euro più il cartellino di Tiago Djaló ha utilizzato le prime partite, con Marco Giampaolo, per prendere fiducia. Con l’avvento, poi, di Stefano Pioli in panchina sembrava poter decollare. Ma così non è stato.

Tutto il Milan, non soltanto Leao (spesso costretto a guardare gli altri giocare) è andato in crisi di identità. Risolta quando a Milano è arrivato, a gennaio, Zlatan Ibrahimovic, che ha preso il talento lusitano sotto la sua ala protettiva. Feeling sbocciato quasi subito tra i due, ma, a conti fatti, nel 2020 ad esplodere è stato il croato Ante Rebic con 12 gol. Quando l’ex Eintracht Francoforte ha cominciato a segnare a raffica, Leao si è accomodato nuovamente in panchina.

Pioli non gli ha risparmiato tirate d’orecchie: ha provato a guidarlo, a spronarlo, a fargli cambiare approccio ed atteggiamento in allenamento e nelle partite. Poi è arrivato il lockdown a cambiare il Milan e Leao. Il portoghese è diventato più protagonista all’interno della squadra e più reattivo ed incisivo sotto porta. Ha segnato, alla fine 6 gol: non tantissimi, ma bottino accettabile per il suo primo anno in Serie A.

Ora, però, verrà il difficile: Leao dovrà confermarsi e migliorare. Gli alibi sono finiti per Leao: Pioli, da lui, si aspetta l’esplosione altrimenti il rischio, secondo ‘Tuttosport‘, è che il numero 17 possa finire sul mercato già a partire dalla prossima sessione invernale. È giovane, ha già qualche proposta (si parla di un interesse anche di Juventus e Real Madrid) e potrebbe anche consentire al club di generare una bella plusvalenza da una sua eventuale partenza.

Il tutto, adesso, è nelle mani di Leao, che dovrà dare prova di poter diventare ancora più forte, sulla falsariga di quanto ha fatto vedere contro Cagliari, Sampdoria, Atalanta o Juventus: solo così potrà far vedere di essere il futuro del Milan, anche quando Ibrahimovic sarà andato via, un talento purissimo sul quale contare negli anni a venire.

DI LEAO HA PARLATO ANCHE STEFANO PIOLI A ‘REPUBBLICA’: LEGGI LE SUE DICHIARAZIONI >>>

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy