Milan, effetto Ibrahimovic: i rossoneri ora hanno in casa un tesoro

Milan, effetto Ibrahimovic: i rossoneri ora hanno in casa un tesoro

L’arrivo di Zlatan Ibrahimovic ha valorizzato ulteriormente Theo Hernández e Ismaël Bennacer nonché rilanciato Rafael Leão ed Ante Rebic: l’oro del Milan

di Daniele Triolo, @danieletriolo

NEWS MILAN – ‘La Gazzetta dello Sport‘ in edicola questa mattina ha dedicato un approfondimento al momento del Milan, reduce da tre vittorie consecutive tra Serie A e Coppa Italia, una volta ridisegnatosi intorno la sua figura più carismatica, Zlatan Ibrahimovic.

Con il ritorno dello svedese al centro dell’attacco rossonero, infatti, tanti calciatori rossoneri stanno innalzando il proprio rendimento, un po’ per una questione mentale (Ibrahimovic stimola alla competitività) ed un po’ perché poter giocare al fianco del colosso nativo di Malmö consente di sviluppare il gioco rossonero in maniera diversa e più produttiva.

Il Milan, con Ibrahimovic, sta ulteriormente valorizzando, per esempio, Theo Hernández, pagato 20 milioni di euro la scorsa estate e che, oggi, ne vale già più del doppio: il terzino goleador (già 6 reti stagionali in tutte le competizioni) pare destinato a diventare una colonna del Milan del futuro.

Così come Ismaël Bennacer, regista franco-algerino, pagato 16 milioni di euro all’Empoli la scorsa estate, che ora ne vale sicuramente almeno 30. Zvonimir Boban e Paolo Maldini, ha sottolineato la ‘rosea‘, ci avevano visto giusto puntando su di lui, Stefano Pioli gli ha consegnato le chiavi del centrocampo.

Ma l’effetto Ibrahimovic si è fatto sentire anche su Ante Rebic, arrivato in prestito biennale dall’Eintracht Francoforte e meteora in rossonero fino alla fine del 2019. Poi, dall’arrivo dello svedese a Milanello, qualcosa è scattato nel croato, che ha liberato tutta la sua potenza: doppietta nel match contro l’Udinese. Tornerà molto utile al Milan, soprattutto con il passaggio al 4-4-2 e, al momento, la sua valutazione di mercato è superiore ai 25 milioni di euro.

Ma ci sono altri due uomini-chiave di questo Milan a cui l’ascesa può essere ascritta all’influenza positiva che ha avuto il ritorno di Ibrahimovic a Milano. Il primo è Rafael Leão, che Ibrahimovic ha preso sotto la propria ala protettiva, spiegandogli come muoversi in campo e cercandogli di trasmettere una mentalità forte, vincente. Con Zlatan, il Milan ha ritrovato parte del suo vecchio DNA e Leão lo sta assorbendo.

Il secondo è Samuel ‘Samu’ Castillejo, messo più volte sul mercato e relegato, da sempre, a semplice riserva di Jesús Suso. Con il nuovo assetto tattico, invece, lo spagnolo sta dimostrando come il suo cuore, la sua corsa ed i suoi polmoni servano sempre di più al nuovo Milan ‘Ibrahimovicentrico‘. E Suso, ora, può anche fare i bagagli: per le ultime sul numero 8 rossonero, continua a leggere >>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy