Milan-Atalanta 0-3: “Milan, che ceffoni” | Serie A News

MILAN-ATALANTA ULTIME NEWS – Brutta sconfitta a ‘San Siro’ per il Milan di Stefano Pioli contro l’Atalanta di Gian Piero Gasperini. L’analisi della gara

di Daniele Triolo, @danieletriolo
Esultanza Atalanta Milan-Atalanta

Milan-Atalanta 0-3: l’analisi del match del ‘Corriere della Sera’

 

MILAN-ATALANTA ULTIME NEWS – La notizia più bella nel giorno più duro. Il Milan di Stefano Pioli è Campione d’Inverno dieci anni dopo l’ultima volta, quando poi vinse lo Scudetto, ma soltanto grazie all’Udinese che ha fermato sullo 0-0 l’Inter di Antonio Conte.

Perché il resto, secondo il ‘Corriere della Sera‘ oggi in edicola, è tutto da dimenticare. Milan-Atalanta è terminata 0-3, con la ‘Dea‘ che, ieri sera a ‘San Siro‘, si è dimostrata di un altro pianeta. Una lezione di calcio nel segno di Jošip Iličić, campione ritrovato. Il Milan? È caduto rovinosamente, schiantato nel gioco, nel ritmo e nell’intensità dai ragazzi di Gian Piero Gasperini.

Un solo vero tiro nello specchio della porta, in 95′, da parte del Milan, firmato dal neo-acquisto Mario Mandžukić (entrato al 70′), con miracolo di Pierluigi Gollini. E nient’altro. Prima e dopo, soltanto i nerazzurri. In casa rossonera non ha funzionato nulla ed ora, in vetta, la classifica si è pericolosamente accorciata. L’Inter è seconda a 2 punti di distanza, la Roma terza a 6. Poi c’è la Juventus, che, vincendo contro il Bologna e, magari, il recupero contro il Napoli, potrebbe andare a 4 punti di distanza.

Il Milan, però, dovrà preoccuparsi prima di tutto di ritrovare sé stesso al più presto. Quella contro l’Atalanta, infatti, è la seconda sconfitta nelle ultime quattro gare di Serie A. E, per la prima volta dopo 38 gare consecutive in campionato, il Diavolo è rimasto senza reti all’attivo. Zlatan Ibrahimović annullato da Cristián Romero (che ha avuto anche il merito di sbloccare, di testa, il risultato al 26′). E neanche la scelta iniziale di Pioli, con Soualiho Meïte trequartista per contrastare la fisicità degli avversari, ha dato frutti.

Senza Alessio Romagnoli, Ismaël Bennacer, Alexis Saelemaekers e Hakan Çalhanoğlu, il Milan si è sciolto come neve al sole. Fragile e con poca personalità. Iličić ha raddoppiato, su rigore, ad inizio ripresa e, nel finale, l’acuto di Duván Zapata ha sentenziato il dominio della ‘Dea‘ a ‘San Siro‘ e certificato una serata da dimenticare al più presto per il Diavolo. Magari già a partire dal derby di Coppa Italia di martedì. Calciomercato Milan, Maldini su un top player svincolato. Vai alla news >>>

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy