Ibrahimovic, la forza delle regole: così nasce il carisma | Milan News

ULTIME NOTIZIE MILAN NEWS – Viaggio alla scoperta dei segreti di Zlatan Ibrahimovic. Come fa lo svedese, a 39 anni, ad essere ancora così forte e decisivo?

di Daniele Triolo, @danieletriolo
Zlatan Ibrahimovic AC Milan

Milan, Ibrahimovic è semplicemente unico: ecco perché

 

ULTIME NOTIZIE MILAN NEWSZlatan Ibrahimovic è il protagonista assoluto, in casa Milan, sulle colonne de ‘La Gazzetta dello Sport‘ in edicola questa mattina. La ‘rosea‘, infatti, ha provato a spiegare, in un approfondimento, le vere ragioni dei motivi per cui Ibrahimovic sia il leader carismatico e padrone del Milan.

“Le radici più profonde del suo carisma sono sommerse”, la considerazione del collega Luigi Garlando. E partono dal rispetto quasi maniacale delle regole. Ibrahimovic, per esempio, a fine allenamento, a Milanello, entra in palestra per fare un po’ di esercizi. Rigorosamente senza scarpe, che ha prima accuratamente pulito, ma soltanto in calzettoni.

Ma anche tenendo spento il cellulare durante il pranzo. E viene imitato da tutti i compagni. Dopo l’allenamento, poi, Ibrahimovic ha sempre tanti piccoli impegni da rispettare. Una sessione di autografi, un messaggio social per il Milan, la visita di uno sponsor, un’intervista su ‘Zoom‘. Lui non si fa mai desiderare, è sempre disponibile, ligio alle regole da rispettare per il sereno vivere all’interno di un gruppo.

Una grande, esuberante personalità al servizio della collettività, insomma, fa di Ibrahimovic il leader incontrastato a Milanello. Quando era all’Inter, si accorse che Mario Balotelli era molto forte ed avvertì Mino Raiola di prenderlo nella sua scuderia. In allenamento, però, lo pungolava, stimolava, a volte anche maltrattava (in maniera bonaria) per costringerlo a tirare fuori il meglio.

Non ci riuscì fino in fondo. Con Rafael Leao, anni dopo, è stato più tenero. Ma i frutti del lavoro ai fianchi di Ibrahimovic si sono visti sull’attaccante portoghese. Se il Milan di Stefano Pioli, post-lockdown, è ripartito alla grande e, adesso, è primo in classifica in Serie A, lo deve anche all’enorme lavoro fatto dentro e fuori dal campo da Ibrahimovic. Mai in ritardo a Milanello, si massacra di lavoro ed i suoi giovani compagni lo emulano.

“Ibrahimovic non è carismatico perché è la al di sopra della legge – si può leggere infine su ‘La Gazzetta dello Sport ‘-, ma perché è la legge. Non comanda perché è trasgressivo, ma perché ha imposto regole e disciplina. Che erano la forza del Milan di Franco Baresi e Paolo Maldini. Ibrahimovic è l’esempio e la responsabilità, così come lo era Baresi. Un vero uomo squadra”. CALCIOMERCATO MILAN, NOVITÀ SUL FUTURO DI DOMINIK SZOBOSZLAI >>>

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy