Donnarumma: sereno come Buffon, leader come Zoff, potente come Neuer

Donnarumma: sereno come Buffon, leader come Zoff, potente come Neuer

Il ritratto di Gianluigi ‘Gigio’ Donnarumma, portiere del Milan classe 1999 molto ricercato sul mercato internazionale. Il suo contratto scadrà nel 2021

di Daniele Triolo, @danieletriolo
Gianluigi Gigio Donnarumma Milan

NEWS MILAN – ‘La Gazzetta dello Sport‘ in edicola questa mattina ha pubblicato un ritratto di Gianluigi ‘Gigio’ Donnarumma, classe 1999, giovane portiere del Milan la cui carriera, sebbene ancora all’inizio, stia già facendo vedere come il ragazzo sia un predestinato: Donnarumma ha già battuto infatti tanti record.

È il più giovane portiere della storia della Serie A, infatti, a partire dal 1′. Nessun portiere nei Top 5 campionati europei è diventato titolare stabilmente prima dei 17 anni, ha tagliato il traguardo delle 50 partite prima dei 18 anni ed è andato in tripla cifra prima di lui. Ha sbagliato, in carriera, tante volte. Ma si è sempre rialzato alla grande imparando dai propri errori.

La ‘rosea‘, allora, si è chiesta a chi somigli Donnarumma tra i grandi estremi difensori del presente e del passato. Il primo paragone che viene in mente è quello con Gianluigi Buffon della Juventus, che, come Gigio, ha esordito imberbe. Ma anche per la serenità e la tranquillità che sanno infondere alle proprie squadre. Quando a Zvonimir Boban dissero che a questo Milan mancava un leader, lui rispose subito ‘c’è Donnarumma‘.

E questo suo essere leader e punto di riferimento per i compagni, come da lui stesso ammesso qualche tempo fa (“Mi accorgo di contare di più nello spogliatoio e questa è una cosa che mi fa piacere”, disse Gigio), lo accomuna, di fatto, anche ad un altro grande ex numero bianconero, Dino Zoff, portiere Campione del Mondo nel 1982 in Spagna con la Nazionale Italiana di Enzo Bearzot.

Donnarumma, poi, possiede secondo ‘La Gazzetta dello Sport‘, posizione e reattività da 10, è migliorato tanto nelle uscite e nel gioco con i piedi (meriti a Gennaro Gattuso che ha insistito per tanto tempo con il far partire il gioco dal basso), ma, rispetto a tanti altri colleghi, ha una forte ‘presenza scenica’. In pochi restringono la porta agli occhi degli attaccanti come fa lui, e quando ci si presenta a tu per tu con Gigio, si ha timore.

In questo, in effetti, può ricordare Manuel Neuer, tedesco del Bayern Monaco, che guarda caso è il suo idolo: stesso fisico, stessa esplosività, stessa voglia di saper giocare con i piedi come lui, stessa capacità di chiudere lo specchio della porta agli avversari. Infine, per la ‘rosea‘, Donnarumma ha qualcosa di Lev Jascin (per il timore che il ‘Ragno Nero‘ sovietico incuteva ai rivali) più che di Gordon Banks, inglese, che era un pararigori.

A questo proposito: Donnarumma ne ha già neutralizzati 10 su 32 … Tutti motivi, questi, che fanno del numero 99 del Milan uno dei calciatori più ricercati d’Europa. In caso di cessione a fine stagione, ecco dove potrebbe finire …

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy