Coronavirus, Gattuso: “Al pallone penso zero”. E poi cita il grande Totò

Coronavirus, Gattuso: “Al pallone penso zero”. E poi cita il grande Totò

Gennaro Gattuso, attuale tecnico del Napoli e leggenda rossonera, è stato intervistato dal quotidiano ‘Record’ sulla pandemia da coronavirus

di Daniele Triolo, @danieletriolo
Gennaro Gattuso Napoli

NEWS NAPOLIGennaro Gattuso, classe 1978, ex leggenda del Milan con 468 gare e 11 gol tra il 1999 ed il 2012, successivamente allenatore della Prima Squadra rossonera dal novembre 2017 al maggio 2019, è stato intervistato dal quotidiano portoghese ‘Record‘ in merito la pandemia da coronavirus. Un’emergenza che, soprattutto in Italia, ha già provocato la morte di oltre 2mila persone.

Gattuso, oggi tecnico del Napoli di Aurelio De Laurentiis, notoriamente un uomo che vive di calcio dalla mattina alla sera, ha ammesso al giornale lusitano che, adesso, “al pallone penso zero”. “Stiamo vivendo qualcosa che cambia la nostra vita, la nostra routine. Mentalmente è molto difficile, questo è un virus silenzioso: molti sono infetti e non lo sanno”, le parole di un Gattuso preoccupato.

“Il Governo ha chiuso tutto e le persone non possono uscire di casa: impossibile uscire la sera, andare al ristorante. Le scuole e altri servizi sono chiusi”, ha commentato Gattuso in merito la situazione italiana. ‘Ringhio‘, poi, ha concluso la sua intervista citando il comico partenopeo Totò“Siamo tutti della stessa carne, dello stesso sangue. Possiamo essere nobili o senzatetto ma alla fine finiamo tutti sotto la stessa terra. Un po’ quello che sta succedendo qui adesso”.

Sulla panchina del Milan, invece, per la stagione 2020-2021 dovrebbe arrivare il tedesco Ralf Rangnick: ce ne ha parlato, in esclusiva, il giornalista di ‘Sky SportPietro Nicolodi, esperto di Bundesliga: leggi qui le sue interessanti dichiarazioni!

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy