Da sottovalutato a indispensabile: Bennacer fulcro del Milan

L’impatto di Ismael Bennacer nel Milan: da sottovalutato, tra estate e inizio della stagione, a giocatore indispensabile nel giro di pochi mesi in rossonero

di Giacomo Giuffrida, @GG_Giuffrida
Ismaël Bennacer Milan

NEWS MILAN – Era arrivato la scorsa estate tra le polemiche generali. Tutti prevenuti sul fatto che fosse un giocatore normale, non indispensabile e nemmeno funzionale alla squadra. Stiamo parlando di Ismael Bennacer, che in pochi mesi ha fatto ricredere tutti gli scettici.

In molti hanno sottovalutato la sua straordinaria esperienza in Coppa d’Africa, vinta con la sua Algeria, in cui è stato anche eletto miglior giocatore della competizione. Veniva considerata solo l’esperienza all’Empoli, poi retrocesso a fine stagione. Ma proprio con l’Empoli, Bennacer ha acquisito grande esperienza del campionato italiano a livello tattico. E ora i frutti del lavoro si vedono eccome. Al Milan ha faticato solo agli inizi, per via della condizione fisica non ancora ottimale, e anche della prudenza (forse eccessiva) di Marco Giampaolo a inserirlo titolare.

Da diversi mesi a questa parte, però, Bennacer è diventato indispensabile per il Milan. Titolare inamovibile davanti la difesa. La squadra viaggia al ritmo e al cuore di Ismael. Pressa tutti senza sosta, e in costruzione riesce a mostrarsi pulito e tranquillo nel far partire l’azione. È uno dei migliori centrocampisti del campionato in quanto a dribbling riusciti. Verticalizza poco, ma il mister gli chiede giocate semplici verso i compagni qualitativamente più dotati.

I complimenti per Bennacer sono arrivati anche recentemente da Stefano Pioli, che dopo Milan-Torino ha spiegato: “Sta facendo bene sta crescendo. A me i centrocampisti che si prendono rischi non piacciono e deve abituarsi a giocare più semplice. Legge le situazioni, ha temperamento e qualità. Se c’è una squadra che lavora tanto in fase difensiva è il Milan lui deve essere più lucido. La sua voglia di strappare il pallone all’avversario gli fa perdere lucidità e deve temporeggiare in certi casi. È voglioso, convinto di poter migliorare, si allena bene. Per giocare lì voglio sempre più semplicità”.

Poi in questo momento in cui il centrocampo rossonero è tartassato da infortuni, da Rade Krunic a Lucas Biglia, Bennacer è oltremodo indispensabile. E ciononostante, si fatica anche a farlo riposare, perché la squadra non riesce sempre a chiudere il match anzitempo (vedi Milan-Torino). Dunque Pioli non si rischia nemmeno lontanamente a sostituirlo prima del fischio finale. E proprio in tema di infortuni, altro stop in casa rossonera: si ferma Alexis Saelemaekers. Per i dettagli dell’infortunio: leggi qui >>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy