LIVE PM – Hauge: “Scelta giusta il Milan”. Dalot: “Spero di diventare completo”

ULTIME NOTIZIE MILAN LIVE NEWS – Diogo Dalot e Jens Petter Hauge, nuovi arrivi in casa Milan, presentati ufficialmente in conferenza stampa a Milanello

di Redazione
Dalot Hauge Conferenza Stampa AC Milan calciomercato

Hauge su dove può arrivare il Milan: “Con la nostra qualità possiamo raggiungere alti livelli. Voglio far parte di una squadra ambiziosa, che gioca bene e che alzi l’asticella superando i limiti. Spero sia l’inizio di tanti buoni anni a venire”.

Dalot su dove può arrivare il Milan: “Ci muoviamo passo per passo. Abbiamo ottenuto una grande vittoria. Ci concentriamo sull’Europa League, poi torneremo a casa e penseremo al resto. Abbiamo gli occhi puntati sul Celtic”.

Dalot sul suo terzino d’esempio: “Sono cresciuto guardando tanti bravi calciatori, Dani Alves per esempio è stato d’ispirazione, un giocatore molto bravo che mi ha convinto e ha alimentato il mio sogno di giocare in questa posizione. Uno dei pochi”.

Dalot sulla scelta del Milan su Roma ed Everton: “Appena ho sentito che il Milan era interessato, negli ultimi giorni di mercato, sono stato felice. Ero un po’ in ansia sulla decisione finale, poi mi sono sentito soddisfatto. Ho sempre avuto l’intenzione di venire qui e sono contento sia stato possibile”.

Hauge sull’emozione di firmare il contratto e se Haaland gli ha detto qualcosa: “È stata una bella sensazione firmare e iniziare a lavorare. Haaland è un mio amico e gli ho parlato, mi ha detto di divertirmi, mentre aspettavo la firma mi ha detto di lavorare sodo”.

Hauge sull’importanza per lui di Milan-Bodo Glimt e sull’interesse di altre squadre italiane: “Sì, è stato bello poter dimostrare che potevo far bene con una squadra forte. È stata una possibilità di dimostrare le mie qualità. Anche altri club italiani mi hanno cercato, sì, ma ora sono a Milano e sono felice. Non voglio parlare di cosa poteva essere”.

Dalot sull’ipotesi da terzino sinistro: “Sì, come ho detto sono sempre aperto a cambiare”.

Hauge su cosa avrebbe risposto se qualcuno gli avesse detto in anticipo che sarebbe andato al Milan: “Non vedo l’ora”.

PM – Dalot sul suo obiettivo e sulla permanenza: “Quando ho firmato per il Milan ovviamente avevo voglia di ottenere grandi cose, per questo ero motivato a firmare. È stato fantastico e la mia testa è al 100% a Milano adesso, confermo. Spero di fare grandi cose e raggiungere gli obiettivi di squadra”.

PM – Hauge sulla concorrenza: “Non mi spaventa, per me la concorrenza è positiva. Devo migliorarmi ogni giorno, in ogni allenamento. Mi motiva e tiene vivo il mio appetito”.

PM – Hauge sulla trattiva col Milan: “Mi avevano seguito prima del match, avevano fatto scouting in Europa e avevano messo l’occhio su di me. Poi si è passati ai preliminari e mi hanno avvicinato. Sanno di quello di cui sono capace”.

Dalot sulla sua posizione in campo: “Nella mia breve carriera ho giocato in diversi ruoli: a sinistra, a destra… Prima cercavo di trovare la mia strada e dopo qualche anno posso dire che la posizione che più mi va a genio è quella di destra, ma sono sempre aperto a nuove avventure. Più indietro, più avanti… Nella squadra quando c’è questa versatilità e giocatori disposti a cambiare e aperti è sempre un lato positivo. Io vorrei costruire la mia carriera a destra”.

Hauge sulla sua posizione in campo: “Posso giocare in posizioni diverse, come ala sinistra. Posso inserirmi o fare combinazioni da trequartista. Sono un giocatore che vuole la palla, essere pericoloso, divertirsi e godersi il supporto dei tifosi”.

Dalot sul Derby e sulla prova di Leao: “Andando verso lo stadio ero senza parole, ho visto centinaia di persone che ci sostenevano. Si va negli spogliatoi e ci si sente più forti dopo scene del genere. Questo è lo spirito del club. Tu sei dentro lo stadio che fai un gol e senti addirittura le urla dall’esterno. È incredibile. Anche a fine partita ci aspettavano, è fantastico. Ora non abbiamo i tifosi allo stadio, ma spero però di riuscire a vedere San Siro pieno in questa stagione. Penso che Leao sia forte e ci aiuterà molto”.

Hauge sul Derby: “Certo, ho giocato il mio ultimo derby in Norvegia, vederne uno qui in Italia è stato del tutto nuovo. È stato bello arrivare allo stadio vedendo i tifosi, è stata una grande esperienza per me”.

Dalot sulla voglia di migliorare difensivamente: “Come ho detto prima, quando si sa che ci sono degli aspetti da migliorare bisogna lavorare. Devo lavorare sulla difesa, ma anche sull’attacco. Sono nel posto migliore in cui potrei essere. Voglio mantenere questo approccio. Quando si arriva in squadre come questa è facile entrarne a far parte perché c’è la mentalità giusta. Devo continuare a impegnarmi, è un ottimo campionato per migliorarmi. Spero di diventare un giocatore più completo al Milan”.

Hauge sul calcio norvegese: “Sì, penso che la Norvegia abbia molti giovani in crescita e tutti vogliono arrivare ai grandi palcoscenici e alcuni lo stanno già facendo. Per me è un buon momento per essere un giocatore norvegese. Ho imparato molto dai miei coetanei, ma anche da chi magari è già un paio di passi avanti”.

Dalot sulla sua tecnica: “Come calciatore c’è sempre qualcosa da migliorare. Bisogna continuare a lavorare su quello in cui si è bravi e migliorare ciò in cui non si è perfetti. Io sono sicuramente che ama impegnarsi e sto cercando di mantenere le qualità e migliorare se ho dei difetti. Ovviamente quando si ha davanti una carriera ci sono sempre cose da migliorare, voglio mantenere questa mentalità”.

Hauge sulla sua ambizione: “Sì è anche uno dei motivi per cui ho deciso di venire qui. Ci sono tanti grandi giocatori qui e devo essere sempre al meglio se voglio migliorare”.

Dalot su cosa porterà al Milan di ciò che ha imparato allo United: “Quando si gioca in club importanti si portano sempre le esperienze nelle squadre successive, anche a livelli alti. Penso che tutto ciò che ho imparato da quell’esperienza possa essere portato qui. Giocare al Milan però è uguale”.

Hauge sulla prima volta a San Siro col Bodo Glimt: “È stato bellissimo, perché per me è stata una grande esperienza, in uno stadio come quello, contro una squadra come quella… È stata l’esperienza giusta e anche la scelta giusta quella di tornare”.

Quasi tutto pronto, dunque, a Milanello per il live della conferenza stampa di presentazione di Dalot e Hauge. Potete seguirla sull’app ufficiale di A.C. Milan oltre che sul nostro sito web.

Jens Petter Hauge, classe 1999, è invece un esterno offensivo di sinistra, che può adattarsi, volendo, anche sulla destra, di nazionalità norvegese. È stato prelevato, per 4,5 milioni di euro, a titolo definitivo dal Bodø/Glimt. L’ex formazione di Hauge aveva affrontato il Milan, lo scorso 24 settembre a San Siro, nei turni preliminari di Europa League. Hauge ha già debuttato in rossonero, in occasione di Milan-Spezia 3-0. GUARDA QUI IL VIDEO DELLA SUA PRESENTAZIONE >>>

Diogo Dalot, classe 1999, terzino destro di ruolo ma in grado di giocare anche sul versante opposto, è di nazionalità portoghese ed arriva in prestito secco dagli inglesi del Manchester United. Ha pochissimi allenamenti con il Milan sulle gambe e deve ancora fare il suo debutto ufficiale in maglia rossonera. GUARDA QUI IL VIDEO DELLA SUA PRESENTAZIONE >>>

ULTIME NOTIZIE MILAN LIVE NEWS – Amici di ‘PianetaMilan.it‘, benvenuti nel centro sportivo di Milanello dove tra poco, alle ore 13:45, andrà in scena la conferenza stampa di presentazione di Diogo Dalot e Jens Petter Hauge. Entrambi classe 1999, Dalot e Hauge sono stati gli ultimi colpi di calciomercato del Milan tra fine settembre ed inizio ottobre. Restate con noi per non perdervi neanche una dichiarazione in diretta di Dalot e Hauge in conferenza.

LEGGI QUI L’INTERVISTA DI MISTER STEFANO PIOLI A ‘RADIO ANCH’IO’ >>>

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy