Calciomercato Milan – Rinnovo Ibrahimovic: Zlatan apripista per gli altri

ULTIME NOTIZIE CALCIOMERCATO MILAN – Il contratto di Zlatan Ibrahimovic scadrà il 30 giugno 2021. Ma l’intenzione è quella di prolungarlo di un altro anno

di Daniele Triolo, @danieletriolo
Zlatan Ibrahimovic AC Milan

Calciomercato Milan: sul piatto il rinnovo di Ibrahimovic

ULTIME NOTIZIE CALCIOMERCATO MILANZlatan Ibrahimovic, con la sua doppietta decisiva nel derby di Milano contro l’Inter, si è dimostrato, ancora una volta, trascinatore del Milan di Stefano Pioli. Il Diavolo, da quando è tornato il bomber svedese in rossonero, è risorto. E lo stesso Ibrahimovic ha dato prova, a 39 anni, di essere tutt’altro che un giocatore finito.

Adesso, come evidenziato dal quotidiano ‘Repubblica‘ in edicola questa mattina, la resurrezione del Milan, per superare l’inverno, dovrà però dribblare gli ostacoli più destabilizzanti. Ovvero, i rinnovi di contratto di Gianluigi Donnarumma e Hakan Çalhanoglu. Entrambi gli accordi tra i giocatori ed il Milan, infatti, scadranno il 30 giugno 2021. Tanto, sul fronte calciomercato, per il Milan passerà dalle loro firme.

E Ibrahimovic, ancora una volta, potrebbe essere quello che trascina tutti. Se rinnoverà, infatti, sarà il segnale per gli altri: il segnale che il Milan è intenzionato a vincere subito. Ibrahimovic, al momento, guadagna 7 milioni di euro netti e compirà 40 anni nel 2021. La trattativa per il rinnovo del suo contratto, però, ha evidenziato il quotidiano generalista, è urgente quale ‘pilota’ per quelle di altri due assistiti del procuratore Mino Raiola. Oltre Donnarumma, anche il capitano Alessio Romagnoli, che andrà in scadenza di contratto il 30 giugno 2022.

Il rinnovo di Ibrahimovic assume, dunque, contorni cruciali, tanto economici quanto di spogliatoio. L’elemento economico è legato al Decreto Crescita del Governo. Per potere usufruire delle agevolazioni fiscali, con la tassa sullo stipendio lordo di un calciatore che scende intorno al 30%, Ibrahimovic dovrebbe restare al Milan almeno fino a dicembre 2021. Vale a dire, 24 mesi completi di residenza nel nostro Paese. Nello spogliatoio, poi, ormai Ibrahimovic è leader assoluto ed indiscusso.

La sintonia con il tecnico Stefano Pioli è evidente, la sua autorevolezza anche. È Ibrahimovic che evita a Rafael Leão di perdersi, spronandolo a dare sempre il meglio. È sempre il bomber di Malmö che spinge per la permanenza di Franck Kessié al Milan. E può essere sempre lui che, adesso, può portare più ‘agevolmente’ al rinnovo di Donnarumma, Çalhanoglu e Romagnoli con il Milan, firmando un nuovo accordo con il Diavolo.

La prospettiva di un Milan in Champions League, chiaramente, è fondamentale. Perché così potrebbero cadere i dubbi di tutti i calciatori in questione. E se Ibrahimovic resterà, con un Milan in Champions League, sarà davvero l’ennesimo segnale per tutti. Il segnale che il fuoriclasse svedese vuole tentare l’ultima sfida della sua carriera. L’OPINIONE DI DEMETRIO ALBERTINI SULLE PROSPETTIVE DEL MILAN 2020-2021 >>>

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy