Calciomercato Milan – Rinnovo Ibrahimovic, è corsa contro il tempo

Calciomercato Milan – Rinnovo Ibrahimovic, è corsa contro il tempo

ULTIME NOTIZIE MERCATO MILAN – Una settimana al raduno rossonero e ci sono ancora 2,5 milioni di euro di distanza tra Zlatan Ibrahimovic ed il Milan

di Daniele Triolo, @danieletriolo
Zlatan Ibrahimovic Milan

ULTIME NOTIZIE CALCIOMERCATO MILAN – ‘La Gazzetta dello Sport‘ in edicola questa mattina ha dedicato un approfondimento di calciomercato al rinnovo di Zlatan Ibrahimovic con il Milan. Quello che, qualche giorno fa, sembrava una formalità e per il quale adesso, invece, è in atto una vera e propria corsa contro il tempo.

Il Milan di Stefano Pioli, infatti, si radunerà al ‘Milanello Sports Center‘ di Carnago (VA), il prossimo lunedì 24 agosto e, pertanto, è logico pensare che nel giro di questa settimana, magari entro venerdì, vada chiusa in un modo o in un altro la pratica del rinnovo del contratto di Ibrahimovic, che scadrà al termine di questo mese.

Non sarà un compito semplice, considerando che, al lordo, c’è una differenza di 5 milioni di euro tra la richiesta dell’attaccante svedese al club, avanzata tramite il suo agente Mino Raiola e la proposta della società di Via Aldo Rossi per trattenere Ibra ancora una stagione nella fila rossonere. Già da oggi tutti gli sforzi saranno massimi per riavviare un dialogo che ha subito una brusca interruzione nella giornata di venerdì, ovvero quando i professionisti delegati a trattare da Ibra hanno presentato la loro controproposta al Milan.

Il club meneghino, come noto, ha messo sul piatto di Ibra un contratto annuale da 5 milioni di euro di stipendio su base fissa, con bonus, personali e di squadra, che porterebbero la cifra fino a 6 milioni di euro netti e forse oltre: medesimo ingaggio del giocatore più pagato della squadra rossonera, il portiere Gianluigi ‘Gigio’ Donnarumma. La richiesta è stata di 15 milioni lordi, ovvero 7,5 milioni di euro netti, più bonus. Un autentico colpo di scena, con la firma di Raiola, che segue l’intera vicenda da Montecarlo.

Oggi è atteso un contatto tra le parti ma è chiaro che, in questa delicatissima vicenda, serva un incontro vero e proprio. L’amministratore delegato Ivan Gazidis, con alle spalle i vertici del fondo Elliott Management Corporation, vuole risolvere in fretta la questione: Ibra, sul campo, si è meritato la conferma nel Milan e per questo l’offerta del club rossonero era in linea con quanto inizialmente preventivato nello scorso mese di gennaio. Dinanzi questa richiesta, però, il Milan che farà? Alzerà l’asticella?

BOMBA DALLA SPAGNA: ‘DIEGO COSTA GIOCHERA’ A MILANO’

Negli uffici londinesi di Elliott ha prevalso la sorpresa per il ‘salto di qualità’ nella trattativa. I vertici rossoneri sperano in un ripensamento da parte di Zlatan, con una richiesta meno esosa. La proprietà rossonera ritiene di aver fatto già il possibile per dimostrare ad Ibrahimovic la massima considerazione: l’offerta recapitata al centravanti di Malmö, per Elliott, è la miglior testimonianza di stima. E l’idea è quella di arrivare ad un’intesa a cifre ragionevoli. Non ci sono limiti prefissati, ma tutto deve avvenire nell’ottica del buonsenso.

Quella fatta pervenire ad Ibra viene considerata una proposta ricca e rispettosa dello spessore tecnico (e non solo) del personaggio. Oltre la proprietà non andrà. Se, da un lato, Ibrahimovic ha contribuito in maniera netta alla risalita dei rossoneri negli ultimi mesi, dall’altro il fondo Elliott è convinto di aver offerto all’attaccante un palcoscenico prestigioso in cui potersi dimostrare ancora all’altezza. Ibra è servito al Milan, insomma, ma il Milan è anche servito a Zlatan.

Paolo Maldini e Frederic Massara, direttore tecnico e direttore sportivo, più l’allenatore Stefano Pioli, vogliono trattenerlo e, per questo, da ‘Casa Milan‘, la dirigenza cerca di mantenere saldi i rapporti ed è certo che, da oggi, faranno partire le telefonate al cellulare di Ibra ed a quello di Raiola. Mediazione necessaria per esaudire il desiderio di Pioli, ovvero quello di avere Zlatan in gruppo già lunedì, sin dal primo giorno del raduno di Milanello. LO SVEDESE, INTANTO, NON È IL MIGLIOR OVER 36 AL MONDO: ECCO PERCHÉ >>>

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy