Calciomercato Milan – Monte ingaggi: il modello è Calhanoglu

Il Milan lavora, in vista della prossima stagione, al taglio del monte ingaggi del suo organico. Hakan Calhanoglu (2,5 milioni netti annui) è il riferimento

di Daniele Triolo, @danieletriolo
Hakan Calhanoglu Milan

CALCIOMERCATO MILAN – Secondo quanto riferito dal ‘Corriere dello Sport‘ oggi in edicola, dalle parti di ‘Casa Milan‘ ci si prepara a fare i conti con l’austerity che, giocoforza, ridimensionerà il mondo del calcio sconvolto dal coronavirus. Dalla UEFA ci si attende un gesto forte, come un anno di sospensione del Fair Play Finanziario, durante il quale, comunque, per il Milan sarà necessario operare per mitigare i propri costi di gestione.

In particolare, abbattendo il monte ingaggi. Attualmente quello del Milan supera di poco i 51 milioni di euro netti a stagione ma potrebbe scendere sensibilmente (almeno una ventina di milioni) nel caso in cui si procedesse ad una serie di cessioni e correzioni in corsa. La classifica dei più pagati, in Via Aldo Rossi, al momento vede Gianluigi ‘Gigio’ Donnarumma in testa, con i suoi 6 milioni netti annui (contratto fino al 30 giugno 2021), seguito da Lucas Biglia (3,5 milioni, in scadenza il prossimo 30 giugno), Alessio Romagnoli (3,5 milioni, contratto fino al 30 giugno 2022), Zlatan Ibrahimovic (3 milioni, in scadenza il prossimo 30 giugno) ed anche Jesús Suso (3 milioni, contratto fino al 30 giugno 2o22).

Il turco Hakan Calhanoglu (2,5 milioni netti annui, contratto fino al 30 giugno 2021), è il primo dei milanisti i cui parametri, per il quotidiano romano, rientrano in quelli imposti dal fondo Elliott Management Corporation. Parametri che, però, potrebbero essere persino visti al ribasso, con un tetto salariale fissato intorno ai 2 milioni di euro netti a stagione per ogni nuovo calciatore che si affaccerà dalle parti di Milanello. Come ci si comporterà, dunque, per quei giocatori che già ora sforano la soglia massima consentita?

Per Biglia ed Ibrahimovic si tratterà di far scadere i contratti in essere. Donnarumma e Romagnoli sono attesi da un rinnovo al ribasso, ma il loro agente, Mino Raiola, ha già fatto sapere di non volere fare sconti di alcun tipo. Motivo per cui i due, insieme ad un altro assistito di Raiola, Giacomo ‘Jack’ Bonaventura, in scadenza il prossimo 30 giugno, potrebbero fare i bagagli al termine di questa stagione. Suso, il cui ingaggio è stato parzialmente pagato dal Siviglia in questa stagione, dovrebbe restare in Andalusia a titolo definitivo dal 2020-2021.

Ma dove potrebbe andare a giocare, per esempio, Donnarumma nella prossima stagione? Oggi l’ipotesi più accreditata è … continua a leggere!

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy