Calciomercato Milan – Ibrahimovic, dodici gare per convincere Rangnick

MERCATO MILAN – Ralf Rangnick non partirà prevenuto nei confronti di Zlatan Ibrahimovic: spetterà allo svedese convincerlo di essere indispensabile

di Daniele Triolo, @danieletriolo
Ibrahimovic Rangnick calciomercato Milan

CALCIOMERCATO MILAN – Il quotidiano ‘Tuttosport‘ oggi in edicola ha ricordato come, presumibilmente, sarà Ralf Rangnick, ex tecnico di TSG Hoffenheim, Schalke 04 e RB Lipsia, a sedere sulla panchina del Milan nella stagione 2020-2021. Rangnick dovrebbe ricoprire anche il ruolo di direttore tecnico, che gli consentirà di avere pieni poteri sul mercato.

In tutto questo, bisognerà capire che fine farà Zlatan Ibrahimovic. Lo svedese, nello scorso mese di gennaio, ha firmato un contratto di 6 mesi, con opzione per un’ulteriore stagione in caso di approdo dei rossoneri in Champions League, perché, molto onestamente, si è voluto rimettere in gioco per capire se fosse ancora un giocatore performante per il campionato di Serie A.

Il suo impatto, nel Milan e sul torneo, è stato devastante e nessuno può oggettivamente pensare che non possa essere ancora utile al Milan nella prossima stagione. Qui, però, entra in gioco la variabile Rangnick. Fonti vicine al tecnico tedesco fanno trapelare come Rangnick non parta prevenuto nei confronti di Ibrahimovic e come non ci sarebbe alcuna preclusione nei suoi confronti. Di certo, nella sua carriera si è evinto come Rangnick non impazzisca per gli Over 30.

Di sicuro, trattandosi di personalità molto forti, ci sarà bisogno di un confronto tra i due per capire se camminare insieme. Prima, però, andrà terminata questa stagione e soltanto a quel punto si potranno gettare le basi per la prossima. Il Milan dovrà disputare dodici partite di campionato, più la semifinale di ritorno di Coppa Italia contro la Juventus, nella quale, però, Ibrahimovic sarà assente per squalifica.

Il bomber nativo di Malmö, pertanto, avrà a disposizione dodici gare per convincere il probabile, futuro allenatore Rangnick di essere giocatore e figura indispensabile in questo Milan. DALLE PARTI DI ‘CASA MILAN’, INTANTO, SI REGISTRA L’ASCESA DI UN GIOVANE DIRIGENTE >>>

SEGUICI SUI SOCIAL : CLICCA QUI ⇓

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy