Milan, fine corsa per Maldini? È incompatibile con Rangnick

MILAN NEWS – Paolo Maldini, direttore tecnico del Milan, sempre più verso l’addio al club di Via Aldo Rossi al termine della stagione. Sarebbe depauperato

di Daniele Triolo, @danieletriolo
Paolo Maldini Milan

MILAN NEWS – ‘La Gazzetta dello Sport‘ in edicola questa mattina, parlando di Milan, ha evidenziato come si faccia sempre più probabile l’addio di Paolo Maldini al club di Via Aldo Rossi. Questo perché, con l’arrivo in rossonero del tedesco Ralf Rangnick, tecnico che avrebbe anche pieni poteri in sede di mercato, le due figure sarebbero evidentemente incompatibili.

Da una parte, dunque, troviamo un dirigente con il Milan nel cuore, e che proprio nel Milan ha iniziato una seconda vita sportiva dietro la scrivania dopo 25 anni di successi sul campo; dall’altra, invece, un manager che una lunga serie di indiscrezioni, e le sue parole di qualche giorno fa, collocano sulla panchina del Diavolo per la stagione 2020-2021.

Uno sarebbe di troppo. Il condizionale, però, per la ‘rosea‘ è d’obbligo, in quanto Rangnick, ad oggi, non ha firmato alcun contratto con il Milan e perché il club continua a definire ‘eventualità lontana e quasi nulla‘ il suo arrivo. I contatti, però, ci sono stati e ci sono: i primi risalgono all’anno scorso e, dopo un rallentamento dovuto all’emergenza coronavirus, sono evidentemente ripresi in maniera soddisfacente da ambedue le parti.

La figura ed il ruolo di Maldini diventerebbero incompatibili con la posizione da ‘factotum‘ che Rangnick verrebbe a ricoprire in rossonero ed è chiaro che l’ex numero 3 del Diavolo non accetterebbe un declassamento gerarchico, per di più senza l’amico Zvonimir Boban. In questo momento, quindi, al Milan si naviga a vista, provando a portare a termine la stagione. Maldini, in questo periodo, sta facendo da mediatore tra squadra e società per la delicata questione del taglio stipendi.

Ma, secondo alcune indiscrezioni, diverse pratiche, soprattutto di mercato, starebbero passando prima dalla scrivania di Geoffrey Moncada, attuale responsabile dell’area scout del Milan e soltanto poi da quella di Maldini. Se non è un declassamento gerarchico questo … UN EX ROSSONERO, AL CONTRARIO, PENSA CHE MALDINI RIMANGA: ECCO PERCHÉ >>>

SEGUICI SUI SOCIAL : CLICCA QUI ⇓

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy