Mirabelli a Sky: “Grande prestazione, ma si doveva vincere. Donnarumma nostro patrimonio”

Mirabelli a Sky: “Grande prestazione, ma si doveva vincere. Donnarumma nostro patrimonio”

Il direttore sportivo del Milan Massimiliano Mirabelli ha fatto il punto sulla stagione dei rossoneri dopo il pareggio contro l’Atalanta

di Edoardo Lavezzari, @Edolave

Intervenuto in diretta a Sky Sport 24, il direttore sportivo rossonero Massimiliano Mirabelli ha commentato così la prestazione del Milan: “Dopo Roma è stato difficile affrontare l’Atlanta che sta mettendo tutti in difficoltà, è la squadra più in forma del torneo e noi venivamo da un mercoledì particolare, non era facile. Al di là dell’Europa League dobbiamo difendere il sesto posto. E’ stata una grande prestazione, da Milan, contro un’Atlanta in condizioni straordinarie. Dobbiamo fare i complimenti ai ragazzi che hanno fatto una prestazione grandissima. Poi è l’esempio di questa stagione, potevamo essere tranquilli, ma la tranquillità non fa parte della nostra stagione e ci aspetta un’ultima fatica, ma oggi onestamente si dovevano conquistare i tre punti”.

Donnarumma: “Abbiamo cercato di fare quadrato attorno a un ragazzo che ha avuto un problemino in finale e che farà altri errori, perchè è molto giovane e sbagliano tutti. E’ un patrimonio della società, lo abbiamo tranquillizzato il futuro è tutto suo”

Kalinic: “Oggi ha fatto una partita straordinaria, non è arrivato in doppia cifra per tanti problemini, non è stata un’annata sfortunata, ma Kalinic è un attaccante di tutto rispetto”.

Mercato: “La scorsa estate abbiamo preso più giovani possibili per aprire un ciclo, siamo la squadra con più giovani in Serie A e talvolta la maglia pesa, ma sappiamo che siamo un gruppo con qualche vecchietto come Bonucci e Biglia per far crescere il gruppo. La convinzione assoluta è che questo gruppo darà soddisfazioni ai tifosi come non ha fatto quest’anno. Dobbiamo dimenticarci, tutti la favola di quello che è stato il Milan con le 7 Coppe dei Campioni. Quello era un’altro calcio, ora il calcio italiano non ha più l’appeal che serve per portare qui tutti quei campioni. Non siamo più paese sognato da tutti i campioni, sarà difficile e non parlo solo del Milan, vedere tutti quei campioni e quindi dobbiamo scegliere altre strade, lavorare sui potenziali campioni”.

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

Bonucci a Sky: “Non c’è nulla da festeggiare”

Gattuso a Sky: “Oggi partita di carattere”

Atalanta-Milan, giudizi e pagelle dei rossoneri

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy