Malagò: “Diritti TV? Dovremmo tutti fare un passo indietro”

Malagò: “Diritti TV? Dovremmo tutti fare un passo indietro”

Malagò sui diritti TV della Serie A per il triennio 2018-21: “Non devono esserci vinti o vincitori. Abbiamo un buon prodotto lo ha detto la Coppa Italia”

di matteotesta

Il commissario straordinario della Lega Serie A, Giovanni Malagò, è tornato a parlare della questione diritti TV per i prossimi tre campionati dopo la conferma dell’annullamento del bando di Mediapro da parte del Tribunale di Milano. “In questo momento un’opera di mediazione da parte mia non sarebbe neanche giuridicamente corretta, perché i diritti sono in ogni caso in capo a un soggetto (Mediapro, ndr). Non devono esserci né vincitori né vinti, altrimenti si rischia di farsi male: in questi casi serve un passo indietro da parte di tutti per fare in modo che il sistema ne benefici. Dopodiché c’è una prospettiva a medio-lungo termine e lo abbiamo visto con la finale di Coppa Italia: se investi e fai un buon prodotto, ci sono le potenzialità per fare ricavi e dare soddisfazione a tutti, se invece vuoi capitalizzare il massimo in un senso o nell’altro la partita diventa complicata”, sono le parole del presidente del Coni riportate dalla versione online della ‘Gazzetta dello Sport’.

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

Diritti TV, annullato il bando di Medipro. Ora è caos

Diritti TV, la Rai mette le mani su Coppa Italia e Supercoppa Italiana

Diritti TV – La decisione della Lega posticipata di 15 giorni

Cairo: “Per i diritti TV situazione ingarbugliata”

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy