Retroscena: la Roma ha pressato la UEFA sul caso Milan

Retroscena: la Roma ha pressato la UEFA sul caso Milan

James Pallotta, Presidente della Roma, avrebbe scritto due lettere di protesta alla UEFA denunciando il diverso trattamento in favore del club meneghino

di Daniele Triolo, @danieletriolo

ULTIME MILAN – Ieri pomeriggio il Milan è stato nuovamente deferito dalla UEFA per il mancato rispetto dei parametri del Fair Play Finanziario (FFP) nel triennio 2015-2018 (clicca qui per il comunicato ufficiale). Un provvedimento, questo, che non avrebbe turbato più di tanto i sonni della proprietà del Milan, ovvero il fondo Elliott Management Corporation, né, tanto meno, la dirigenza, poiché formale ed atteso.

Il Milan, secondo quanto trapela dalle stanze del potere in Via Aldo Rossi, starebbe lavorando in sinergia con la UEFA per un piano di rientro del rosso di bilancio degli anni precedenti. Ma, secondo quanto riportato oggi dal quotidiano ‘Il Giornale‘ in edicola, la UEFA si sarebbe fatta sentire in queste ore con il Milan perché ‘pressata’ da James Pallotta, Presidente della Roma, rivale del Diavolo nella corsa ad un posto nella prossima Champions League.

In questi primi mesi del 2019, infatti, Pallotta avrebbe scritto due lettere di protesta, inviandole presso gli uffici UEFA di Nyon (Svizzera) per denunciare il diverso trattamento ricevuto dai rossoneri in materia di FFP: nel mirino delle missive di Pallotta, in particolare, ci sarebbero i due acquisti del Milan effettuati a gennaio, Lucas Paqueta e Krzysztof Piatek, per un valore di 70 milioni di euro complessivi. Ecco perché, nel prossimo calciomercato, i rossoneri potrebbero vendere un top player: continua a leggere >>>

MILAN-LAZIO IN ESCLUSIVA SU DAZN. PER VEDERLA GRATIS, CLICCA QUI!

HAI BISOGNO DI ULTERIORI INFORMAZIONI? VAI QUI

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy