Milan, Halilovic si presenta: “La mia grande occasione: mi sento pronto”

Milan, Halilovic si presenta: “La mia grande occasione: mi sento pronto”

Ieri pomeriggio alle ore 14:15 Alen Halilovic è stato presentato a Milanello in conferenza stampa: il croato è pronto per la sua grande occasione

di Alessio Roccio, @Roccio92

Ieri in casa Milan è stato il giorno di Alen Halilovic, il terzo acquisto a parametro zero dei rossoneri, ma il primo ad essere presentato in ordine di tempo. Il talento croato ha risposto in inglese – sebbene grazie al suo passato in Spagna abbia confessato di capire l’italiano – a tutte le domande dei giornalisti presenti. Tanti gli spunti interessanti tra cui quello che riguarda la sua posizione in campo. Arrivato con l’etichetta di ala destra e vice di Jesus Suso, Gattuso ha già fatto sapere che lo vedrebbe bene come mezz’ala di centrocampo.

Come riporta questa mattina ‘Tuttosport’, la cosa importante per il croato non sarà dove giocare, ma giocare e dunque massima disponibilità. “Ho già giocato in passato in quella posizione, sia in Under 21 che al Las Palmas. Credo che un ruolo da 8 o da 10 sia perfetto per me: posso dare il mio meglio lì in mezzo oppure da ala destra”, queste le parole di Halilovic a dimostrazione della massima disponibilità che il croato vuole dare a Gattuso.

A proposito di Gattuso, come riporta ‘La Gazzetta dello Sport’, il croato ha già avuto un colloquio con il mister: “Ci ho parlato e mi piace molto. In campo chiede il massimo a tutti, ma anche lui si spreme per noi. Si è detto disponibile ad ascoltarmi”.

Un talento quello di Halilovic che sembrava promettere tanto – qualche anno fa era soprannominato il “Messi croato” – ma che poi non ha confermato le attese. “A Barcellona ero giovane e non ho avuto molte occasioni per giocare. A Gijón e a Las Palmas mi sento cresciuto e ora sono pronto per affrontare anche un’avventura così importante come quella al Milan”, le parole riportate da ‘Tuttosport’.

Halilovic poi ha speso belle parole per il connazionale Zvonimir Boban, bandiera rossonera degli anni ’90, e per un altro talento dei Balcani Dejan Savicevic. L’ex Barcellona ha spiegato di aver parlato con Aquilani e Boateng, ex compagni a Las Palmas, che gli hanno consigliato il Milan: “Mi hanno detto di allenarmi tanto e di rispettare la storia del Milan. Per me è un onore far parte di una squadra così speciale”, le parole riportate dal ‘Corriere dello Sport’.

Una curiosità sulla scelta del numero di maglia – il 77 – indossato in passato da Coco, Abbiati e Antonini: “Il 7 è il mio numero preferito, ma è già di Nikola Kalinic. Così ho deciso di prendere il 77“. Per essere informato, minuto per minuto, sul mercato del Milan, clicca qui!

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy