CorSport – Il Milan di Elliott: Scudetto entro tre anni

CorSport – Il Milan di Elliott: Scudetto entro tre anni

Il fondo statunitense Elliott Management Corporation intende risanare e rilanciare il club rossonero: obiettivo, tornare a vincere al più presto in Italia

di Daniele Triolo, @danieletriolo

L’edizione odierna del ‘Corriere dello Sport – Stadio’ ha spiegato come il fondo di investimenti statunitense Elliott Management Corporation, rilevata la proprietà del Milan dall’imprenditore cinese Yonghong Li, si sia posto un importante obiettivo: rendere la squadra rossonera nuovamente competitiva per il titolo in Italia entro tre anni.

Questo, lo Scudetto entro il 2021, è l’ambizioso piano di Elliott per il Milan, che dovrà arrivare, però, attraverso un percorso di crescita costante, senza exploit ed esagerazioni nell’arco del triennio. Con un’eventuale appendice, ha sottolineato il quotidiano romano, di un ulteriore biennio. Solo a quel punto il Milan potrà essere rimesso in vendita, nella speranza di riuscire ad incassare la cifra che Paul Singer si è prefissato di ottenere dall’operazione, ovvero un miliardo di euro.

Insomma, per il ‘CorSport’, non verrà fatto alcun all-in come nell’estate 2017, quando, sotto la proprietà cinese, sono stati investiti sul mercato 230 milioni di euro per poi ritrovarsi in mano il sesto posto, medesimo obiettivo conseguito nella stagione precedente. Non a caso, nel comunicato ufficiale diramato da Elliott, con cui il fondo USA ha parlato di progetti a lungo termine per il Milan, ha specificato l’intenzione di “creare stabilità finanziaria e di gestione”.

Il tutto questo avverrà, naturalmente, dopo un’adeguata ricapitalizzazione del club rossonero e muovendosi sempre all’interno delle norme del Fair Play Finanziario della UEFA. Elliott, dunque, ha evidenziato il ‘Corriere dello Sport – Stadio’, si muoverà su un doppio binario: da un lato, rafforzerà la struttura societaria; dall’altro, rinforzerà la squadra. Inevitabilmente, però, questa stagione, la 2018-2019, sarà quella di transizione, quasi fosse un anno di ‘purgatorio’.

Si farà, dunque, il possibile sul mercato, sempre rispettando il principio del ‘saldo zero’ tra entrate ed uscite. Elliott immetterà 50 milioni nel club, per stabilizzarne le finanze, ma, rapidamente, potrà arrivare a 150 milioni per tappare le falle nel bilancio, chiuso nel 2017 a -75, e saldare le rate della precedente campagna acquisti. Quindi, i miglioramenti permetterebbero di qualificarsi in Champions League alla fine del prossimo campionato e di tornare a lottare per lo Scudetto nel 2020-2021.

Per il nuovo Milan che intende costruire, ha aggiunto il quotidiano romano, Elliott intende avvalersi di Riccardo Silva, che porterebbe in minoranza con una quota del 20%. Silva, tra l’altro, è anche socio di Paolo Maldini nel Miami FC: Maldini è stato più volte accostato ad un ritorno in rossonero con la proprietà Elliott ma, al momento, non esisterebbe un’intesa sul ruolo che l’ex capitano andrebbe a ricoprire in società. I negoziati, comunque, procederebbero. Ecco, infine, quale potrebbe essere un’altra, graditissima ‘new entry’ nello staff dirigenziale del Milan!

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy