Europa League, il Milan pesca la Stella Rossa: tutto sulla squadra di Stankovic

ULTIME NOTIZIE MILAN NEWS – Dall’urna di Nyon il Milan ha pescato per i sedicesimi di Europa League i serbi della Stella Rossa: tutto sulla squadra di Dejan Stankovic

di Alessio Roccio, @Roccio92
Stankovic Stella Rossa

Europa League, il Milan pesca la Stella Rossa: tutto sulla squadra di Stankovic

 

ULTIME NOTIZIE MILAN NEWS – Dall’urna di Nyon il Milan ha pescato per i sedicesimi di Europa League i serbi della Stella Rossa, allenati da circa un anno dall’ex centrocampista di Lazio e Inter Dejan Stankovic. Il 21 dicembre 2019, infatti, il serbo ha lasciato il club nerazzurro nel quale svolgeva un ruolo nello staff tecnico del settore giovanile per prendere il posto di Vladan Milojevic alla guida della Stella Rossa. Stankovic ha portato la squadra alla vittoria del campionato con tre turni d’anticipo, ma è stato eliminato dall’Omonia Nicosia al preliminare di Champions League.

Il percorso in Europa League è stato piuttosto positivo. Secondo posto con 11 punti dietro solo all’Hoffenheim e davanti a Slovan Liberec e Gent. La Stella Rossa sta letteralmente dominando il campionato serbo anche in questa edizione: 50 punti, frutto di 16 vittorie e 2 pareggi, con 9 punti di vantaggio sui rivali del Partizan. Nel reparto offensivo ci sono due vecchie conoscenze della Serie A: Richmond Boakye, ex Sassuolo e Atalanta tra le altre, e Diego Falcinelli (9 gol in 19 presenze complessive), ex Sassuolo e Crotone.

L’uomo più pericoloso, tuttavia, potrebbe essere l’ala destra El Fardou Ben. Francese, classe 1989, è molto tecnico e rapido e in stagione ha segnato 10 reti in 22 presenze complessive. Attenzione anche il giovanissimo e talentuoso prospetto serbo monitorato in passato anche dal Milan. Parliamo di Andrija Radulovic, che ancora non trova molto spazio ma è considerato vista l’età (classe 2002) un ottimo gioiello per gli anni a venire.

VERSO GENOVA: IBRAHIMOVIC TORNA IN GRUPPO>>>

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy