Verso Milan-Spal, Pioli avverte: “I giocatori non si devono risparmiare”

Verso Milan-Spal, Pioli avverte: “I giocatori non si devono risparmiare”

Stefano Pioli, tecnico rossonero, vuole vedere rabbia nei suoi calciatori in occasione di Milan-Spal, gara in programma questa sera, ore 21:00, a ‘San Siro’

di Daniele Triolo, @danieletriolo

NEWS MILAN – Come ricordato dal quotidiano torinese ‘Tuttosport‘ questa mattina in edicola, in occasione di Milan-Spal, gara in programma questa sera alle ore 21:00 a ‘San Siro‘, potrebbe esserci più di qualche cambio nella formazione titolare rossonera.

Non lo ha nascosto, di fatto, il tecnico Stefano Pioli, il quale, però, durante la conferenza stampa di presentazione del match andata in scena ieri pomeriggio al ‘Milanello Sports Center‘ di Carnago (VA), ha preferito soffermarsi, in primis, sul momento che vive il suo Milan.

“Bisogna essere realisti, non è un buon momento ma abbiamo l’occasione per migliorare la classifica e per dimostrare che siamo migliori di quanto visto domenica – ha detto Pioli -. In questo momento non dobbiamo mettere il carro davanti ai buoi, c’è tutto il tempo per migliorare la classifica. Voglio gente motivata, orgogliosa e arrabbiata“.

“Serve essere arrabbiati – ha proseguito l’allenatore rossonero -. Con questa classifica ognuno deve mettere qualcosa in più. I giocatori non si devono risparmiare. Devo cercare di motivare i calciatori a mettere in campo prestazioni superiori. C’è tanto tempo e vogliamo tornare a vincere. Vogliamo mettere in campo una squadra battagliera. Non possiamo essere la miglior squadra dal punto di vista tecnico-tattico, ma dobbiamo esserlo dal punto di vista dello spirito”.

Durante la conferenza stampa a Milanello, Pioli ha anche difeso le prestazioni di Jesús Suso, nel mirino di critica e tifosi: “Non ho dubbi che sia un grande giocatore con grandi qualità. È sbagliato ricondurre le difficoltà del Milan su un singolo giocatore. Per me è tutto il gruppo che deve dare qualcosa in più”.

In merito la vicinanza della società ai suoi ragazzi, Pioli ha poi aggiunto: “Non ho mai avuto una presenza così continua e così assidua della società come sto avendo al Milan. Sono sempre presenti, è una presenza continua che dà supporto al mio lavoro ed ai giocatori. Sono persone che stanno aiutando la squadra a crescere. Frederic Massara, Zvonimir Boban e Paolo Maldini ci sono sempre, anche Ivan Gazidis è venuto agli allenamenti”.

Sulla possibilità che il suo Milan, presto, possa cambiare modulo, magari passando ad un 3-5-2, Pioli ha evidenziato: “Tutto è possibile, nella mia idea di calcio non c’è un modulo preferito. Con l’andare del tempo si tende a mettere i più forti nelle posizioni migliori. Ci può stare, ma si andrebbe a penalizzare altri calciatori. Concentriamoci su queste partite, poi durante la sosta potremmo anche pensare a qualcosa di diverso”. Chi giocherà in attacco tra Krzysztof Piatek e Rafael Leao? Per scoprirlo, continua a leggere >>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy