Verso Milan-Spal: ‘Pistolero’ Piatek, ora o mai più

Verso Milan-Spal: ‘Pistolero’ Piatek, ora o mai più

Il posto fisso passa soprattutto dai gol e Krzysztof Piatek, bomber polacco, avrà una grande chance, questa sera, in occasione di Milan-Spal a ‘San Siro’

di Daniele Triolo, @danieletriolo

NEWS MILAN – ‘San Siro‘, alle ore 21:00, accenderà i suoi riflettori per Milan-Spal, incontro valevole per la 10^ giornata del campionato di Serie A e, per un Milan alla disperata ricerca di gol e di una vittoria scaccia-crisi, è indispensabile recuperare alla causa rossonera il miglior Krzysztof Piatek.

Piatek, come ricordato da ‘La Gazzetta dello Sport‘ oggi in edicola, dovrebbe infatti scendere in campo da titolare in Milan-Spal. Questo, almeno, è quanto fatto intuire dal tecnico rossonero Stefano Pioli ieri pomeriggio, al ‘Milanello Sports Center‘ di Carnago (VA), in occasione della conferenza stampa di presentazione del match.

Pioli ha deciso di affidarsi all’istinto sotto rete del ‘Pistolero‘ polacco, il quale, ora, non potrà assolutamente fallire la chance concessagli dopo due partite consecutive, contro Lecce e Roma, nonostante contro i salentini avesse ritrovato quel gol su azione che mancava da ben cinque mesi. Ma perché l’allenatore del Milan ha scelto Piatek per Milan-Spal?

Rafael Leao, ha sostenuto la ‘rosea‘, che ha giocato da centravanti titolare nelle ultime due partite, “è bello da vedere, ha numeri per sfondare. Ma rimane per ora un progetto di campione”. E Pioli, ieri in conferenza, ha evidenziato come dal numero 17 portoghese, in effetti, si aspettasse un po’ di più. Piatek, quindi, dà più garanzie del giovane compagno e, a detta del tecnico, “sta bene e ha voglia di fare”.

Praticamente, un passaggio di consegne tra Piatek e Rafael Leao con l’allenatore che, così facendo, sta provando a restituire al polacco un minimo di fiducia dopo l’avvio poco brillante di questa sua seconda stagione italiana. Piatek, dal canto suo, deve provare a dare continuità al suo rendimento e smentire quello che, per ora, è un dato di fatto, ovvero che ogni qualvolta è stato messo in discussione (da Ivan Juric al Genoa e da Marco Giampaolo al Milan) la sua stella si è oscurata.

Il rapporto tra Pioli e Piatek, ha rimarcato ‘La Gazzetta dello Sport‘, è stato subito improntato all’insegna della schiettezza e dell’onestà. Motivo per cui il polacco ha ‘digerito’ bene le panchine contro Lecce e Roma e, quando è stato chiamato in causa, ha colpito una volta su due. Meglio di quanto fatto nelle precedenti 7 uscite, dove aveva trovato la rete soltanto su calcio di rigore (contro Hellas Verona e Torino). Eppure, Piatek vanta un poco invidiabile record in questa stagione: continua a leggere >>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy