Pagelle Milan-Juventus, i voti del CorSport: jolly Calabria, Calhanoglu c’è

PAGELLE MILAN-JUVENTUS – 1-3 ieri sera a ‘San Siro’ per la Juventus contro il Milan. Prima sconfitta per il Diavolo. Voti e giudizi dei giocatori rossoneri

di Daniele Triolo, @danieletriolo
Pagelle, Rassegna Stampa - I voti di Corriere dello Sport (Grafica)

Milan-Juventus 1-3: i voti del ‘Corriere dello Sport’

 

PAGELLE MILAN-JUVENTUS – Vittoria, 1-3, ieri sera a ‘San Siro‘, per la Juventus di Andrea Pirlo contro il Milan. Prima sconfitta stagionale, dunque, per il Diavolo. Salvo, però, il primato in classifica in Serie A. Vediamo, pertanto, voti e giudizi dei calciatori rossoneri nelle pagelle stilate dal ‘Corriere dello Sport‘ oggi in edicola.

Pagelle Milan-Juventus, il migliore in campo

 

Hakan Çalhanoğlu, voto 7: “Gioca palloni in quantità (più di tutti gli altri rossoneri) e qualità. Si alza e si abbassa a suo piacimento facendo circolare il gioco con occhio e piede svelto. Bentancur non riesce ad ostacolarlo. Non molla mai, nemmeno quando il Milan è sotto di due gol. Leader”.

Pagelle Milan-Juventus, il giudizio sul mister

 

Stefano Pioli, voto 6: “Gli manca mezza squadra. Ne inventa una che tiene per un’ora. Ma quando dall’altra panchina pescano giocatori affermati e pagati decine di milioni, lui deve mettere dentro i ragazzi. Non può reggere il confronto”.

Pagelle Milan-Juventus, che bravo Calabria

 

Davide Calabria, voto 7: “Per il Milan dovrebbe essere l’uomo in meno e invece per un’ora diventa l’uomo in più. Senza centrocampo, Pioli lo toglie dalla fascia e lo affianca a Kessié. Dopo appena un quarto d’ora questo ragazzo dalla spiccata personalità prende confidenza con il nuovo ruolo, oscura Ramsey, fa ripartire l’azione del pareggio che lui stesso sigla con un interno destro piazzato e raffinato. Esce stremato”.

Pagelle Milan-Juventus, buona prova di Leão

 

Rafael Leão, voto 6,5: “Gioca molto bene i primi 45′ della partita numero 50 con il Milan. Quando punta la coppia centrale della difesa della Juventus, crea sempre un pericolo. Come in occasione dell’assist per il gol di Calabria. Nella ripresa ha un calo fisico”.

Pagelle Milan-Juventus, le sufficienze rossonere

 

Voto 6, dunque, per Gigio Donnarumma (“Prende tre gol senza avere responsabilità. Fa qualche buona parata”), Diogo Dalot (“Cristiano Ronaldo lo lascia molto tranquillo. Potrebbe attaccare di più”), Simon Kjær (“Per un’ora tiene bene ,poi scende di livello”), Franck Kessié (“Partita giusta, con grinta e intelligenza. Regge il ritmo per un ‘ora, poi flessione evidente)”, Samu Castillejo (“Incassato il gol, spinge indietro Frabotta e lo mette in difficoltà”) e Brahim Díaz (“Si fa vedere in area di rigore e subisce da Rabiot un fallo da rigore che Irrati non vede”).

Pagelle Milan-Juventus, male il capitano

 

Alessio Romagnoli, voto 5,5: “L’errore più evidente della sua serata è nell’azione del terzo gol, quando Kulusevski lo punta e lui si lascia saltare troppo facilmente”.

Pagelle Milan-Juventus, le note dolenti e il peggiore in campo

 

Voto 5 per Jens Petter Hauge: “Nell’attacco del Milan è il più timido. Sbaglia qualche conclusione, qualche appoggio e merita la sostituzione”. Peggior giocatore, nella fila rossonere, è stato però Theo Hernández, anch’egli con 5. “È raro vederlo in difficoltà nella corsa, nello scatto e nello spunto così come accade nel duello con Chiesa. Il francese lo perde troppo spesso, soprattutto nei momenti decisivi. Non riesce ad intuirne i tagli ed a prevederne gli spunti”. Calciomercato Milan: grande affare in vista per Maldini? Vai alla news >>>

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy