Rangnick ‘salta’, Maldini riflette. Boban, che rimpianto!

ULTIME NOTIZIE MILAN NEWS – Considerata la permanenza di Stefano Pioli, e quella probabile di Paolo Maldini, i tifosi rimpiangono Zvonomir Boban

di Salvatore Cantone, @sa_cantone
Pioli Maldini Boban Massara Milan Milanello

ULTIME NOTIZIE MILAN NEWSMilan, ora che succede? Ieri sera c’è stato un colpo di scena clamoroso che ha portato alla conferma di Stefano Pioli, che resterà altri due anni sulla panchina rossonera.

Rangnick dunque non arriverà, e questo comporta di conseguenza una serie di considerazioni importanti da fare. Le quotazioni di Paolo Maldini, direttore dell’area tecnica, sono ovviamente in rialzo, anche se in tanti sostengono che l’ex capitano si sia preso qualche giorno per riflettere sul suo futuro. Maldini ha vissuto infatti mesi difficili, e dunque non è detto che non possa decidere di lasciare lo stesso la società rossonera, nonostante la conferma di Pioli

I tifosi si dividono tra chi è contento per la permanenza di Pioli e chi ritiene un’occasione persa il mancato arrivato di Ralf Rangnick per tornare in alto, ma in tanti si chiedono una cosa: perchè Zvonimir Boban ha lasciato il Milan? E’ vero che il croato aveva fatto emergere nell’intervista alla Gazzetta dello Sport i contatti che la società ha avuto con Rangnick (poi confermati), ma di fatto il tedesco non ci sarà nel Milan della prossima stagione.

“Rangnick? Non avvisarci è stato irrispettoso e inelegante. Non è da Milan, almeno quello che ci ricordavamo fosse il Milan – questa alcune delle frasi di Boban in quella famosa intervista. Abbiamo già parlato con Gazidis, per il bene del Milan è certamente necessario che il meeting con la proprietà avvenga al più presto”. Il confronto di fatto non c’è più stato, visto il licenziamento di Boban, ma è chiaro che un rimpianto per come è andata con il croato, c’è.

I contatti tra il Milan e Rangnick ci sono stati, e questo è indiscutibile. Probabilmente Boban con il senno di poi avrebbe evitato delle dichiarazioni così dure a mezzo stampa, visto che è altrettanto indiscutibile il suo amore per il Milan (ricordiamo che ha lasciato la Fifa proprio per i colori rossoneri). Ormai è andata così, ma resta il rimpianto per una vicenda che poteva andare in maniera diversa. Questo è poco ma sicuro. MA COSA E’ SUCCESSO TRA IL MILAN E RANGNICK? ECCO LA RICOSTRUZIONE, CONTINUA A LEGGERE >>>

SEGUICI SUI SOCIAL: CLICCA QUI ⇓

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy