Milan, Romagnoli sempre più leader: il capitano è indispensabile

“Il Corriere dello Sport”, in edicola questa mattina, si concentra sul capitano Alessio Romagnoli, che sta diventando sempre più uno dei leader del Milan

di Salvatore Cantone, @sa_cantone
Alessio Romagnoli Milan

NEWS MILAN – Come viene riportato dal Corriere dello Sport, Alessio Romagnoli sta diventando sempre più importante per questo Milan. il capitano è un leader silenzioso che ha il rispetto e la considerazione di tutto lo spogliatoio. Stando alle ultime indiscrezioni, il numero 13, in costante contatto con Maldini e Massara, starebbe stimolando ogni giorno i propri compagni di squadra ad allenarsi nel miglior modo possibile in vista della possibile ripresa del campionato (A tal proposito ecco le parole del Ministro Spadora rilasciate pochi minuti fa)

Romagnoli è uno dei pochi giocatori che si è collocato in prima linea per cercare di prendere decisioni importanti sul fronte stipendi. Alessio, infatti, ha avuto delle videochiamate con la dirigenza per cercare di definire una base su cui si andrà a lavorare per il taglio degli emolumenti. I giocatori si sono detti disponibili a ridursi gli stipendi rispetto a quei mesi in cui non si è potuto giocare. In un momento così difficile il taglio è una soluzione necessaria, infatti anche lo stesso Gazidis si è detto disposto a decurtarsi la paga.

Non dimentichiamo che il Milan con Romagnoli deve affrontare anche la questione rinnovo, considerando il contratto in scadenza nel 2022. Il club rossonero vuole puntare sul difensore ancora per tanti anni: non c’è la stessa priorità ovviamente di Ibrahimovic e Donnarumma, ma con Mino Raiola verrà affrontata la questione il prima possibile proprio per non avere sorprese di alcun tipo.

Il Barcellona ha già manifestato il proprio interesse nei mesi passati, ma il Milan è stato sempre irremovibile. Insomma, difficile pensare a un addio di Romagnoli, anche se il capitano spera di trovare nella prossima stagione una squadra competitiva che possa lottare per grandi traguardi. A 25 anni è arrivato il momento di fare il salto di qualità. Intanto un ex rossonero critica l’operato del Milan, continua a leggere >>>

SEGUICI SUI SOCIAL : CLICCA QUI ⇓

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy