Milan, Ibrahimovic e l’infortunio di Calhanoglu: una nuova sfida da vincere

ULTIME NOTIZIE MILAN NEWS – Con Hakan Calhanoglu infortunato, Zlatan Ibrahimovic deve vincere una nuova sfida: fare a meno del turco

di Salvatore Cantone, @sa_cantone
Ibrahimovic Calhanoglu Milan

ULTIME NOTIZIE MILAN NEWS IBRAHIMOVIC 

 

ULTIME NOTIZIE MILAN NEWS: IBRAHIMOVIC

MILAN NEWS – Tegola in Casa Milan. Hakan Calhanoglu, infatti, ha riportato questa mattina in allenamento un infortunio alla caviglia. Il turco ha lasciato il centro sportivo in stampelle, mettendo in ansia tutti i tifosi rossoneri.

A maggior ragione, dopo l’infortunio di Calhanoglu, il peso dell’attacco del Milan è sulle spalle di Zlatan Ibrahimovic. Ovviamente per lo svedese non è un problema prendersi ancora più responsabilità, ma è altrettanto evidente che il turco rappresenta da un certo punto di vista il maggior alleato di Ibra in campo.

L’intesa tra Ibrahimovic e Calhanoglu è sicuramente uno dei segreti del Milan di Pioli. I due sono molti amici anche fuori dal rettangolo verde, e questo ovviamente si riflette in campo. Per Zlatan dunque è prevista una nuova sfida, già a partire da giovedì contro il Celtic, prima gara del girone H di Europa League.

La speranza ovviamente è che i tempi di recupero per Calhanoglu siano brevi, perchè è inutile nasconderlo: l’assenza del turco si farà sentire per il Diavolo. In ogni caso a Ibrahimovic tutto questo ovviamente non può spaventare: lo svedese ha già dimostrato di poter valorizzare tutti i giocatori a “sua disposizione”.

Basti pensare ad esempio ad Antonio Nocerino, che con Ibra si trasformò in un vero e proprio golader. A tal proposito, l’ex centrocampista rossonero, ai microfoni di Milan TV, ha rilasciato le seguenti dichiarazioni: “Lui vuole la palla, lunga, alta o sui piedi, non è un problema. Ha qualità e sa cosa deve fare. E’ di un altro livello, non c’è niente da fare. È questa la differenza con gli altri giocatori: lui nelle partitelle si arrabbiava per un calcio d’angolo. Questo fa capire che devi alzare il livello mentale, altrimenti non puoi giocare con lui“. E’ proprio vero: questa è l’unica cosa che conta per Ibra, a prescindere dai nomi.

INFORTUNIO CALHANOGLU: I POSSIBILI SOSTITUTI >>>

QUANTO TEMPO STARA’ FUORI IL TURCO? >>>

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy