Pianeta Milan
I migliori video scelti dal nostro canale

VENEZIA-MILAN

Venezia-Milan 0-3: “Milan, il passo è giusto” | Serie A News

L'esultanza dei giocatori del Milan per la vittoria 3-0 a Venezia | AC Milan News (Getty Images)

Il Milan passa 3-0 sul campo del Venezia grazie ai gol di Zlatan Ibrahimović e Theo Hernández (doppietta), restando in scia dell'Inter

Daniele Triolo

Il 'Corriere della Sera' oggi in edicola ha parlato di Venezia-Milan, partita della 21^ giornata della Serie A 2021-2022, terminata 0-3 per il Diavolo di Stefano Pioli. Lo ha fatto partendo da un concetto: l'Inter era e resta la squadra e più forte e per lasciarsela alle spalle a maggio servirà un'impresa. Quel che è certo, però, è che il Diavolo non intende arrendersi.

A Venezia, infatti, il Milan ha conquistato la sua terza vittoria consecutiva. Lo smagliante tris inferto ai lagunari, secondo il quotidiano generalista, va letto come una conferma della crescita collettiva, tattica e mentale, di una squadra che ha messo definitivamente alle spalle la crisi di novembre e dicembre. Che era figlia anche delle innumerevoli assenze.

La situazione, ora, è tutt'altro che normalizzata, visto che anche in Venezia-Milan mancavano ben undici calciatori tra CoVid, Coppa d'Africa ed infortuni. Ma dalla Laguna il Milan è andato via con qualche certezza in più e lanciando un chiaro messaggio al campionato. Ovvero che per lo Scudetto il Milan c'è e non intende mollare.

Venezia-Milan avrebbe potuto essere una gara complicata. Ma, come dichiarato da mister Pioli nel post-partita, è stato bravo il Diavolo a renderla semplice sin da subito. Questo grazie al gol lampo di Zlatan Ibrahimović, ben servito da un Rafael Leão in grande spolvero. La doppietta di capitan Theo Hernández, tornato finalmente ai suoi livelli, ha contribuito a chiudere il match in meno di un'ora.

Theo ha anche incassato i complimenti del suo idolo Marcelo, ex compagno di squadra nel Real Madrid. Anche ieri, ha segnalato il 'CorSera', la 'strana coppia' di difensori centrali formata da Pierre Kalulu e Matteo Gabbia se l'è cavata bene. Ma il Diavolo, ad ogni modo, punta un rinforzo importante in questa sessione invernale di calciomercato. Per il titolo, infatti, meglio non lasciare nulla di intentato.

L'attacco, per ora, rimarrà inalterato. D'altronde, con 10 gol nelle ultime 3 partite ed il rientro di elementi fondamentali come Ibra, Leão ed Ante Rebić, subentrato nel finale a Venezia, il Milan davanti è a posto così. Almeno fino a giugno. Milan, uno scambio per il nuovo difensore? Le ultime news di mercato >>>

tutte le notizie di