Pianeta Milan
I migliori video scelti dal nostro canale

MILAN-LAZIO

Pioli vuole il Milan a vita ma deve vincere un trofeo: la Coppa Italia?

Stefano Pioli (allenatore AC Milan) vuole restare in rossonero | Milan News (Getty Images)

Stefano Pioli, tecnico del Milan, vorrebbe rimanere rossonero a vita. Ma deve iniziare a vincere trofei. La società deve dare un segnale

Daniele Triolo

'Tuttosport' oggi in edicola ha parlato di Stefano Pioli, tecnico del Milan, poiché è stato capace di creare un bell'ambiente in rossonero. Dalla proprietà, il fondo Elliott Management Corporation ai giocatori, passando per i dirigenti Ivan Gazidis, Paolo Maldini e Frederic Massara, tutti lo stimano per le qualità umane e lo apprezzano per il lavoro sul campo.

Anche tra i tifosi, dopo un iniziale scetticismo, Pioli si è via via conquistato uno spazio nel cuore. Ieri, parlando ai microfoni di 'Radio Anch'Io Sport', Pioli ha rivelato come, se fosse per lui, resterebbe al Milan a vita. Ben consapevole, però, di come il calcio sia pieno di imprevisti e dinamiche.

Questa frase, secondo il quotidiano torinese, apre interrogativi importanti sul futuro di Pioli e del Milan stesso. Deve, infatti, essere fatta chiarezza sui reali obiettivi agonistici dei rossoneri. Può un secondo posto in campionato, arrivato per altro all'ultima giornata lo scorso anno, un buon motivo per legare Pioli al Milan per un periodo lungo? La risposta, finora, è stata no.

 Stefano Pioli (allenatore AC Milan) in allenamento con il Milan a Milanello | News (Getty Images)

Infatti è arrivato, sì, il rinnovo del contratto del tecnico con il club di Via Aldo Rossi, ma soltanto fino al 30 giugno 2023. Da una parte, ha evidenziato 'Tuttosport', lungimirante il Milan che evita di legare i tecnici con contratti troppo lunghi per evitare, non si sa mai, di averne troppi a busta paga per tanti anni. Da un'altra parte, però, è ovvio che al termine di questa stagione Pioli ed il Milan dovranno discutere i dettagli di un nuovo matrimonio.

Nel frattempo, però, per sperare che il prossimo rinnovo non sia annuale, anche Pioli dovrà dare un segnale al Milan. A 56 anni, dopo aver allenato Lazio, Inter, Fiorentina prima dei rossoneri, è ora che inizi a portare a casa dei trofei. E la Coppa Italia, perché no, potrebbe essere proprio il primo. Bisognerà innanzitutto battere la Lazio e poi giocarsi la doppia semifinale contro l'Inter (o la Roma).

Un percorso non semplice, ma vincere non è mai semplice, ha ricordato 'Tuttosport'. Un segnale, poi, dovrà darlo il Milan a Pioli, chiarendo in via definitiva se la proprietà ha voglia di spendere in estate per potenziare la squadra come si deve. Il mercato di gennaio ha visto il Diavolo immobile e se anche in estate non dovesse esserci grande movimento, a quel punto si avrebbe la sensazione che il Milan non voglia realmente competere fino in fondo per la vittoria.

Nel caso in cui, invece, arrivassero innesti di qualità, Pioli finirebbe di nuovo 'in prova'. Diavolo, questo è il momento delle scelte e di capire cosa vuoi diventare da grande. Milan, folle idea per il centrocampo: Elliott dirà sì? Le ultime di mercato >>>

Le ultime notizie sul Milan anche su Google News: CLICCA QUI E SEGUICI

tutte le notizie di