Milan, ecco il tuo Barella: Pobega è pronto a tornare | News

Tommaso Pobega, classe 1999, è di proprietà del Milan ma sta giocando bene nello Spezia in questa stagione. Lo cercano anche tante squadre all’estero

di Daniele Triolo, @danieletriolo
Tommaso Pobega Spezia Calciomercato AC Milan

Sabato Spezia-Milan: Pobega tra passato, presente e futuro

 

Secondo quanto riferito da ‘Tuttosport‘ in edicola, anche il Milan ha il suo Nicolò Barella. Si tratta di Tommaso Pobega, classe 1999, centrocampista che, in questa stagione, sta giocando in prestito nello Spezia. I liguri di Vincenzo Italiano saranno avversari del Diavolo sabato sera. Alle ore 20:45, al ‘Picco‘ l’anticipo della 22^ giornata di Serie A sarà appunto Spezia-Milan.

A differenza, però, di quanto ha fatto l’Inter con Barella, il Milan non ha pagato 45 milioni di euro Pobega. Anzi, se l’è cresciuto in casa e poi lo ha spedito in giro per l’Italia per farsi le ossa. Dapprima, in Serie C alla Ternana, quindi in Serie B al Pordenone (con la semifinale playoff) e, infine, nella massima serie a La Spezia in questa stagione.

In bianconero, Pobega si sta mettendo visibilmente in evidenza. Ha già segnato 3 gol in campionato, contro Juventus, Benevento e Napoli, ai quali vanno aggiunti 2 gol segnati nella Nazionale Italiana Under 21 in occasione del match vinto 2-1 in Islanda con la sua doppietta. Allo Spezia, Pobega si trova in prestito con diritto di riscatto e controriscatto. Un modo per far sì che il Milan possa riprenderselo e che i liguri possano economicamente trarre un po’ di vantaggio dalla sua valorizzazione.

Il quotidiano torinese ha sottolineato come su Pobega abbiano messo gli occhi già vari club all’estero. In particolare, Leicester City e Leeds United nella Premier League inglese, nonché l’Eintracht Francoforte nella Bundesliga tedesca. Sebbene il club di Via Aldo Rossi possa incassare, anche abbastanza facilmente, dai 10 ai 12 milioni di euro per un’eventuale cessione del cartellino di Pobega a titolo definitivo, nessuno, in casa rossonera, ha intenzione di venderlo.

È ancora aperta, infatti, la ferita per la cessione di Manuel Locatelli al Sassuolo. Un addio giustificato da ragioni di bilancio ed oggi rimpianto, vista l’esplosione dell’ex regista della Primavera in Emilia ed il sempre più probabile trasferimento a Juventus o Manchester City nel prossimo calciomercato estivo. Oggi il Milan sta sistemando i propri conti ed i suoi giovani più bravi vuole tenerseli. Uno di questi è proprio Pobega, continuamente monitorato da Paolo Maldini e Frederic Massara in ogni suo singolo progresso.

È vero: Pobega dà il meglio di sé in un centrocampo a tre, mentre, al Milan, Stefano Pioli gioca con due soli mediani. Ma su questo ci si può lavorare. Quello di sabato al ‘Picco‘, il match Spezia-Milan, sarà un vero e proprio esame di laurea per Pobega, pronto a riprendersi il suo posto da titolare in squadra dopo un piccolo infortunio. Il ragazzo vuole mettersi in luce agli occhi della dirigenza rossonera e dimostrarle di essere un giocatore ‘da Milan’, uno di quelli da riportare a casa. Anche perché, in vista della prossima stagione, può tornare comodo per un altro motivo.

Il Milan è stato costretto a ‘tagliare’ Jens Petter Hauge dalla lista UEFA poiché, ceduto Andrea Conti al Parma, non aveva abbastanza giocatori cresciuti nel vivaio del club, o nel vivaio di un club italiano, da iscrivere nell’elenco. Pertanto, ha perso un uomo, dovendo consegnare una lista di 22 giocatori anziché di 23. Pobega, cresciuto nelle giovanili rossonere, soddisferebbe alla grande il requisito.  Calciomercato Milan: vice Calabria, la nuova idea dei rossoneri. Vai alla news >>>

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy