Milan-Crotone 4-0: “Ibrahimovic, che festival! 501 gol” | Serie A News

Milan-Crotone, ieri a ‘San Siro’, è terminata 4-0 per il Diavolo. E Zlatan Ibrahimovic ha realizzato il gol numero 500 e 501 in carriera con squadre di club

di Daniele Triolo, @danieletriolo
Zlatan Ibrahimovic AC Milan

Milan-Crotone 4-0: Ibrahimovic festeggia un nuovo traguardo

 

Zlatan Ibrahimovic mattatore assoluto di Milan-Crotone 4-0 ieri pomeriggio a ‘San Siro‘. L’attaccante svedese, infatti, ha segnato prima al 30′ su assist di Rafael Leão e quindi al 64′, su suggerimento di Theo Hernández, realizzando le prime due reti del Milan in una partita vinta, poi, con un risultato largo grazie anche ai gol di Ante Rebić.

I due gol di Ibrahimovic in Milan-Crotone, come ricordato da ‘La Gazzetta dello Sport‘ oggi in edicola, hanno permesso al bomber di Malmö di tagliare un traguardo più che prestigioso. Si è trattato, infatti, dei gol numero 500 e 501 in carriera con squadre di club. Una carriera che ha visto Ibra segnare, dominare e trionfare ovunque.

La ‘rosea‘ ha sottolineato come, sebbene Ibrahimovic abbia segnato più gol in assoluto con la maglia del PSG (156 in 180 gare in quattro stagioni, dal 2012 al 2016), sia in realtà l’Italia la sua patria calcistica. Tra Juventus (26), Inter (66) e Milan (83), Ibrahimovic ha segnato ben 223 di questi 501 gol nella nostra Serie A.

L’obiettivo di Ibrahimovic, decisivo anche in Milan-Crotone, è ben chiaro: riportare lo Scudetto al Milan. Un titolo che, ai rossoneri, manca dal 2011. Ovvero proprio da quando Zlatan, all’epoca alla sua prima esperienza in rossonero, guidava l’attacco della formazione allora allenata da Massimiliano Allegri.

Tra due settimane arriva il derby che, in qualche modo, se non deciderà almeno potrà indirizzare il campionato ed Ibrahimovic, fondamentale nel riportare il Diavolo davanti ai nerazzurri a nemmeno 48 ore di distanza dal sorpasso in graduatoria, si troverà a fronteggiare numerosi pressioni. Ma lo svedese è abituato a gestirle, ha spalle larghe e robuste per sopportarle.

Probabilmente non si aspettava, quando è tornato al Milan nel gennaio 2020, che questa squadra, con lui in rosa, diventasse forte al punto tale da poter lottare subito per il primo posto. Ma il momento è qui, è adesso e Ibrahimovic, come sempre, è pronto a coglierlo. Calciomercato Milan: occhi sull’erede di Donnarumma. Vai alla news >>>

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy