Milan, Gazidis a caccia di soldi e sponsor. L’agenda è fitta

Milan, Gazidis a caccia di soldi e sponsor. L’agenda è fitta

ULTIME NOTIZIE MILAN NEWS – Ivan Gazidis, amministratore delegato del club rossonero, è atteso da compiti importanti: aumentare i ricavi e diminuire i costi

di Daniele Triolo, @danieletriolo
Ivan Gazidis Milan

ULTIME NOTIZIE MILAN NEWS – Secondo quanto riferito da ‘Tuttosport‘ oggi in edicola, l’agenda di Ivan Gazidis, amministratore delegato del Milan, è già fitta di impegni: spaziano dal calciomercato al commerciale, senza dimenticare, naturalmente, l’inizio della stagione 2020-2021, fissato esattamente tra una settimana, lunedì 24 agosto, con il raduno dei rossoneri di Stefano Pioli al ‘Milanello Sports Center‘ di Carnago (VA).

Il programma di Gazidis è denso di impegni, con scadenze da rispettare, che l’A.D. sudafricano sta cercando di portare a termine quanto prima. Le necessità del Milan sono ben note: bisogna aumentare i ricavi e, contestualmente, diminuire i costi per portare il club di Via Aldo Rossi ad essere, il prima possibile, un’azienda autonoma, che possa ‘camminare con le sue gambe’, con un bilancio sano e non debba ricorrere a continui aumenti di capitale da parte del principale azionista.

Qualche segnale incoraggiante, ha ricordato ‘Tuttosport‘, c’è stato ed altri sembrano pronti ad emergere nel corso delle prossime settimane. Il Milan, partendo dalle sponsorizzazioni, ha intrapreso un nuovo cammino. È vero, il rinnovo di contratto con ‘Emirates‘, main sponsor del club rossonero, è avvenuto al ribasso, ma nel contratto non è più prevista l’esclusiva. Il Milan, dunque, avrà la facoltà di inserire anche altri nuovi sponsor sulla maglia, come quello sulla manica, quello sul retro della divisa da gioco ed anche quelli sugli spazi del kit di allenamento pre-partita.

Opzioni che, se sfruttate a dovere, possono portare altri soldi in dote al Milan, come avvenuto con Banco BPM, divenuto main sponsor del Milan Femminile. Gazidis ed il suo team di lavoro stanno portando avanti le contrattazioni con altre aziende per far apporre loro il logo sulle maglie della Prima Squadra Maschile. È altrettanto probabile, poi, che il Diavolo ceda i diritti del nome, i famosi ‘naming rights‘, per il centro sportivo rossonero di Milanello, che sta subendo qualche piccolo lavoro di restyling negli ambienti della Club House.

L’aumento dei ricavi, in casa Milan, è fondamentale anche in ottica Fair Play Finanziario UEFA. Il ritorno del Milan in Europa, infatti, riapre la questione intorno a quello che sarà il percorso da seguire per i rossoneri in sede di sottoscrizione del ‘settlement agreement‘ con Nyon. Si terrà conto del fatto che i conti rossoneri, nonostante ancora fortemente negativi (il bilancio 2020 dovrebbe chiudersi in passivo di 100 milioni di euro) stiano seguendo un trend positivo, in netto miglioramento rispetto il -146 con il quale si era concluso il bilancio al 30 giugno 2019.

Agli occhi della UEFA il trend migliorativo è molto importante, poiché si vede la reale convinzione del club a rientrare presto entro certi parametri. I quali, comunque, saranno presto oggetto di riforma. Ad aiutare il Diavolo, ha proseguito ancora ‘Tuttosport‘, ci sarà anche lo sconto che la UEFA applicherà sui mancati introiti: si prenderanno i valori del 2019 quale parametro indicativo e se una società ha avuto, l’anno passato una ‘cifra X’ che ha alimentato le sue casse, quel valore verrà conteggiato per metà. In modo che così non vi sia un peso così grande da recuperare.

Tante, dunque, le sfide che aspettano Gazidis: sarà in grado di portarle tutte a termine per il bene del Milan? LEGGI QUI LE ULTIME SUL RINNOVO DI ZLATAN IBRAHIMOVIĆ >>>

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy