Milan, allarme CoVid_19: Donnarumma e Hauge positivi | Serie A News

ULTIME NOTIZIE MILAN NEWS – Gigio Donnarumma e Jens Petter Hauge positivi al coronavirus. Come loro, altri tre membri dello staff. Quanto staranno fuori?

di Daniele Triolo, @danieletriolo
Donnarumma Hauge AC Milan

Milan, Donnarumma e Hauge positivi al coronavirus

 

ULTIME NOTIZIE MILAN NEWS – Ieri mattina, come un fulmine a ciel sereno, ed a poche ore da Milan-Roma, il club rossonero ha comunicato di aver trovato due giocatori positivi al CoVid_19. Si è trattato, come ricordato da ‘La Gazzetta dello Sport‘ oggi in edicola, del portiere Gianluigi ‘Gigio’ Donnarumma e dell’attaccante norvegese Jens Petter Hauge.

Insieme a Donnarumma e Hauge, anche altri tre membri del cosiddetto ‘gruppo squadra’ del Milan hanno contratto il coronavirus. Tanto i giocatori quanto gli rappresentanti del Milan sono asintomatici ed in isolamento. Donnarumma e Hauge, quindi, oltre ad aver saltato naturalmente la partita di ieri sera, daranno forfait anche in occasione di Milan-Sparta Praga di giovedì pomeriggio in Europa League e per Udinese-Milan di domenica in Serie A.

Il Milan, ha rivelato la ‘rosea‘, aveva appreso nella notte di domenica dei segni del CoVid_19 su alcuni elementi dello staff. Nonostante i calciatori fossero risultati tutti negativi, lo scrupoloso staff medico del club di Via Aldo Rossi non si è fidato. Nuovo giro di tamponi, dunque, nella mattinata di ieri, con gli effetti ormai noti. E se Hauge è una ‘riserva di lusso’, senza dubbio Donnarumma è un leader carismatico di questo Milan.

I rossoneri, quindi, per via del coronavirus, hanno perso prima Zlatan Ibrahimović per 15 giorni ed ora dovranno fare a meno dell’altro baluardo, in campo e nello spogliatoio, Donnarumma. Per quanto, ancora non si sa. Dipenderà da quanto tempo impiegherà il suo fisico a ‘smaltire’ il virus. “Sono positivo, ma sto bene – ha scritto lo stesso Donnarumma sui propri canali social ufficiali -. E colgo l’occasione per dedicare il mio pensiero a tutti coloro che stanno lottando contro il virus. Siate forti, non mollate!”.

“Agli altri – ha proseguito Donnarumma – ricordo di mantenere le distanze, indossare le mascherine, lavarsi le mani. Tutto aiuta a stoppare questo virus. Intanto farò il tifo per i miei compagni. Forza Milan!”. Ora è corsa contro il tempo, nell’attesa dei tamponi negativi, per recuperare Donnarumma e Hauge alla causa del Milan. La squadra di Stefano Pioli può ancora evitare la ‘bolla’: i calciatori positivi staranno a casa in quarantena e per il resto del gruppo basterà il classico sistema di auto-isolamento, con spostamenti solo da casa per Milanello e viceversa.

Ma dove è nato questo problema CoVid_19 per il Milan? Per ‘La Gazzetta dello Sport‘, c’è probabilità che la trasferta scozzese in casa del Celtic abbia contribuito, ma non c’è la certezza assoluta. Il Milan, adesso, si atterrà alle regole del protocollo sanitario. Intensificherà i tamponi dei calciatori positivi, ma senza eccedere in inutili controlli. ECCO IL POST SOCIAL DI HAUGE >>>

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy