Lukaku contro Ibrahimovic, rissa senza confini: lo svedese si difende

Romelu Lukaku contro Zlatan Ibrahimovic: l’eco della rissa del derby non si è ancora sopita. Il milanista respinge al mittente le accuse di razzismo

di Daniele Triolo, @danieletriolo
Lukaku Ibrahimovic Inter-Milan Coppa Italia

Lukaku contro Ibrahimovic, il caso ancora in copertina sui giornali

 

Romelu Lukaku e Zlatan Ibrahimovic, come noto, sono stati i protagonisti del derby di Coppa Italia di martedì sera. E non perché hanno segnato un gol a testa, bensì per la rissa scatenata sul finire del primo tempo. E sulla quale i quotidiani sportivi oggi in edicola, a due giorni di distanza, ancora dedicano copertina e prime pagine.

La Gazzetta dello Sport‘ ha ricordato come, dopo ore ed ore di dibattiti e riflessioni in ogni sede, alla fine il colpevole processato sia l’attaccante del Milan. Con buona pace di chi ha iniziato la discussione e della pesantezza delle frasi proferite. Questo perché, per Ibrahimovic, parlerebbe “la fedina penale calcistica, definiamola così, non tanto pulita se si tratta di testate e gomitate e insulti da streetboy”.

Di razzismo, però, non se ne parla. Ibrahimovic, in un suo tweet di ieri, ha respinto al mittente le accuse di chi, nelle ultime ore, lo ha accusato di questo. “Non c’è posto per il razzismo nel mondo di Zlatan, siamo tutti uguali – ha scritto lo svedese come didascalia ad un video di un abbraccio tra un bimbo bianco ed uno nero -. Siamo tutti uguali. Siamo tutti calciatori. Alcuni meglio di altri”.

In Svezia, ha sottolineato la ‘rosea‘, dinanzi le accuse di razzismo nei suoi confronti sono rimasti interdetti. Ibrahimovic, infatti, è quel ragazzino che, da piccolo, ha pagato la scarsa considerazione nel settore giovanile del Malmö perché veniva dal ghetto.

È cresciuto, infatti, a Rosengard, da mamma croata cattolica e padre bosniaco musulmano. Paul Pogba, ex compagno di squadra di Ibrahimovic e Lukaku al Manchester United, ha voluto difendere il rossonero: “Zlatan … razzista? Mi ama così tanto che è l’ultima persona che definirei così. Dai, non scherzate con questa cosa”.

La sensazione è che la vicenda Lukaku – Ibrahimovic sia ben lontana dall’esaurirsi con la decisione del Giudice Sportivo, attesa nelle prossime ore. Calciomercato Milan, strada in discesa per Thauvin: ecco il motivo >>>

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy