Pianeta Milan
I migliori video scelti dal nostro canale

BOLOGNA-MILAN

Bologna-Milan 2-4: “Il Milan passa con il rosso” | Serie A News

Zlatan Ibrahimovic (attaccante AC Milan) esulta per il suo gol in Bologna-Milan 2-4 (Serie A 2021-2022) | News (Getty Images)

Il Milan di Stefano Pioli passa anche a Bologna, ma quanta fatica per il Diavolo nonostante la doppia superiorità numerica nella ripresa ...

Daniele Triolo

'La Gazzetta dello Sport' oggi in edicola ha parlato di Bologna-Milan, partita della 9^ giornata della Serie A 2021-2022, terminata 2-4 per i rossoneri di Stefano Pioli. Il Diavolo, con la vittoria al 'Dall'Ara', ha totalizzato finora 25 punti sui 27 disponibili in campionato; conquistato l'ottavo successo in nove gare; segnato 4 gol e ora aspetta che Roma, Napoli, Inter e Juventus si facciano male a vicenda.

Sembrerebbe una situazione 'da sballo', ma, a conti fatti, del risultato di questo Bologna-Milan 2-4, un giorno resterà traccia negli almanacchi. La storia attuale è ben diversa, secondo la 'rosea'. Perché i rossoneri hanno vinto soltanto a sei minuti dalla fine, rischiando grosso, pur trovandosi prima sul 2-0 e in superiorità numerica per quasi tutta la partita. Superiorità numerica divenuta doppia intorno al quarto d'ora della ripresa.

Per 'La Gazzetta dello Sport', il Milan ha vinto ma il Bologna ha giocato meglio. E se fosse finita in pareggio, nessuno avrebbe potuto dire qualcosa contro. Risultato sull'ottovolante, 0-2, poi 2-2, infine 2-4. Nel mezzo, le due espulsioni per il Bologna: la prima, quella di Adama Soumaoro che ha trattenuto Rade Krunić lanciato a rete, che, per il quotidiano sportivo nazionale, sarebbe dovuta essere in realtà soltanto un'ammonizione.

La seconda, quella di Roberto Soriano, che non ha precluso alla squadra di Siniša Mihajlović di giocare la sua bella partita. Il Milan può prendere ciò che di buono è arrivato dalla trasferta: ovvero, se vinci anche in questi casi sei sulla strada buona. Però, anche qui, dopo la gara di 'San Siro' contro il Verona, il Diavolo ha dato impressione di discontinuità e superficialità. E non può essere soltanto una questione relativa alle assenze.

Eppure, sullo 0-2 per il Milan (reti di Rafael Leão e Davide Calabria) le sfide precedenti contro Verona e Porto sembravano dimenticate. Nell'aria sembrava anche esserci il 'profumo di goleada'. Invece il Bologna ha saputo rientrare bene in gara ad inizio ripresa, con l'autogol di Zlatan Ibrahimović sugli sviluppi di un calcio d'angolo prima e con Musa Barrow poi. La doppia inferiorità numerica, in campo, non si è avvertita.

Vero, il Milan ha sfiorato con Olivier Giroud il gol del 2-3, ma anche Marko Arnautovic è andato ad un passo dal 3-2 per i felsinei. Nel finale, è venuta fuori la classe rossonera. Ismaël Bennacer, oscurato dalla bella prova di Sandro Tonali nella prima frazione di gioco, ha deciso Bologna-Milan con un gran gol dalla distanza. Ed Ibra ha messo il suo timbro a suggellare il tutto. Tra Spezia, Verona e Bologna, sembra quasi un Milan di stampo 'allegriano'.

Le prossime partite del Diavolo contro Torino, Roma, Porto e Inter forniranno ulteriori risposte sulla stagione dei rossoneri di Pioli. Milan, il nuovo trequartista lo 'porta' Hauge. Le ultime news >>>

tutte le notizie di