Inter, de Vrij: “Scudetto, nessun tabù. Milan forte e Pioli è bravissimo”

ULTIME NOTIZIE INTER NEWS – Stefan de Vrij, difensore centrale dell’Inter, ha parlato in esclusiva a ‘La Gazzetta dello Sport’: le sue dichiarazioni

di Daniele Triolo, @danieletriolo
Stefan de Vrij Inter

Inter, l’intervista di de Vrij a ‘La Gazzetta dello Sport’

 

ULTIME NOTIZIE INTER NEWSStefan de Vrij, difensore centrale dell’Inter, ha parlato in esclusiva ai microfoni de ‘La Gazzetta dello Sport‘ oggi in edicola. Questo uno stralcio delle sue dichiarazioni più importanti.

Sul momento più bello e quello più brutto delle 100 presenze in nerazzurro: “La gioia più grande il derby vinto in rimonta, 4-2, in cui ho segnato dopo aver fatto gol anche l’anno prima. Un’emozione incredibile. La ferita è la finale di Europa League persa contro il Siviglia”.

Sul tabù della parola Scudetto: “Tutte le parole sono ammesse nel mio vocabolario, anche ‘Scudetto’ (ride, n.d.r.). Ma come è inutile guardare troppo al passato, è inutile anche guardare troppo avanti. Ora siamo lassù e lassù vogliamo arrivare fino alla fine. Come riuscirci? Vincendo ogni partita, a cominciare dalla prossima”.

Su Romelu Lukaku, Zlatan Ibrahimović e Cristiano Ronaldo: “Tutti e tre, con caratteristiche diverse, fanno la differenza. La cosa più bella per un difensore è affrontare campioni così. Quello che fa Ibra alla sua età, ad esempio, è incredibile e Cristiano con la sua mentalità è sempre al top. Ma anche Romelu vale i top centravanti del mondo. È fortissimo fisicamente, quando si gira diventa imprendibile. Ecco, eviterei il contatto fisico con lui …”.

Sul Milan: “Hanno una buona squadra e tanti giocatori forti. Mi sembrano molto uniti. E poi conosco molto bene l’allenatore per aver lavorato due anni con lui: è bravissimo, molto umano, ma anche molto preparato. Sono contento per la sua crescita professionale”. Calciomercato Milan, Raiola porta un top player in rossonero >>>

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy