Galliani: “Servono misure di sostegno. Non ci sono solo Messi e Ronaldo”

Galliani: “Servono misure di sostegno. Non ci sono solo Messi e Ronaldo”

Intervistato dal Corriere dello Sport, l’ex amministratore delegato del Milan e oggi al Monza, Adriano Galliani, ha parlato del futuro del calcio italiano

di Alessio Roccio, @Roccio92
Adriano Galliani in Siena-Milan 2013, foto youtube.com

ULTIME NEWS – Intervistato dal Corriere dello Sport, l’ex amministratore delegato del Milan e oggi al Monza, Adriano Galliani, ha parlato del futuro del calcio italiano e del possibile taglio degli stipendi dei calciatori.

In particolare la concentrazione del dirigente monzese si concentra su quei giocatori non di primissima fascia e, dunque, poco tutelati: “In questa fase tanti tirano la corda dalla propria parte, per questo faccio i complimenti alla Lega Pro che ha preso una direzione unica. Ricordo che sono stato anche presidente della Lega di A, per questo dico che Francesco Ghirelli è stato il primo a istituire un comitato di crisi che assicura assistenza sotto tutti i punti di vista ai club attraverso una società di revisione. Il calcio non è soltanto Ronaldo, Ibra e Messi, è fatto di giocatori che nelle categorie inferiori guadagnano poco più della gente comune. Calciatori, tecnici, staff e direttori sportivi sono lavoratori a tempo determinato, per questo hanno bisogno di misure di sostegno”. Galliani, poi, attacca – non direttamente – Zvonimir Boban: ecco il motivo>>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy