Cagliari-Milan, Maran: “Quattro sconfitte in fila: pesano come un macigno”

Rolando Maran, tecnico rossoblu, ha parlato, in conferenza stampa, dell’esito di Cagliari-Milan, vinta per 0-2 dai rossoneri alla ‘Sardegna Arena’

di Daniele Triolo, @danieletriolo

NEWS CAGLIARIRolando Maran, tecnico rossoblu, ha parlato, in conferenza stampa, dell’esito di Cagliari-Milan, vinta per 0-2 dai rossoneri alla ‘Sardegna Arena‘. Queste le dichiarazioni di Maran, così come riportate da ‘TuttoMercatoWeb‘:

Cosa è capitato al suo Cagliari? L’impressione è che vi siate spenti: cosa si può fare? “Credo che le quattro sconfitte pesino come un macigno, anche se nell’arco di un campionato ci sta un piccolo periodo negativo. Oggi abbiamo fatto un primo tempo da Cagliari, soffrendo un po’ la loro fisicità ma l’abbiamo fatto giocando a calcio e tenendo il pallino noi. Poi, purtroppo, concediamo gol con troppa facilità: dobbiamo essere bravi per far finire questo trend quanto prima. Il Milan ha verticalizzato tutta la partita su Zlatan Ibrahimovic, ma ha trovato due gol su calcio piazzato a metà campo. Se vogliamo fare in modo che questo periodo finisca, dobbiamo far tesoro di questo e migliorare in fretta”.

Sembra che ci siano scorie mentali dopo i 7′ di recupero con la Lazio: “Lo dicevo ieri in conferenza, è l’aspetto da eliminare il prima possibile. Se ripenso alla Lazio viene davvero tanta rabbia, perché forse si è messo in piedi un meccanismo negativo nelle nostre teste. Anche oggi abbiamo subito dei gol che non si possono concedere, come con la Juventus. Dobbiamo fare qualcosa di più, io per primo”.

Sul cambio tra Giovanni Simeone ed Alberto Cerri: forse si poteva fare qualcosa di diverso? “Senza equilibrio non riesci a impensierire gli avversari: dovevamo mantenere un’ossatura di squadra definita, con João Pedro e Radja Nainggolan che dovevano sfruttarne le sponde standogli vicino. Con il Milan non vinci buttando dentro tanti attaccanti, ma con l’equilibrio: dobbiamo toglierci da questa cappa di negatività in cui siamo entrati, ma dobbiamo sempre ricordarci che siamo al sesto posto”.

Seconda partita senza gol, avete faticato a trovare la porta. “È vero che ci può esser un momento negativo in queste due partite, ci sta che ci siano dei momenti in cui sei più o meno brillante. Io di questo mi preoccupo meno, a volte le partite si sbloccano quando vai in vantaggio: ora al primo episodio negativo prendiamo gol, per cui dobbiamo essere equilibrati nell’analisi di tutto questo. Per il mercato vediamo, il direttore Marcello Carli è stato chiaro ed è inutile che io ripeta i suoi stessi concetti”. Per le dichiarazioni a fine gara, in conferenza, di Stefano Pioli, continua a leggere >>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy