Milan, certezza Donnarumma: rinnovi per respingere le voci sulla Juventus

Milan, certezza Donnarumma: rinnovi per respingere le voci sulla Juventus

Ieri sera, in Juventus-Milan, altra bella prestazione di Gigio Donnarumma, che ‘rumors’ di mercato vorrebbero nel mirino dei bianconeri per l’estate

di Daniele Triolo, @danieletriolo

CALCIOMERCATO MILAN – Inutile girarci intorno. Fatto salvo alcune, rare occasioni, Gianluigi ‘Gigio’ Donnarumma è sempre uno dei migliori in campo del Milan. Anche ieri sera, all’Allianz Stadium di Torino, nonostante non sia stato chiamato in causa troppe volte dagli attaccanti bianconeri, il numero 99 si è confermato una certezza per il Diavolo.

Un Milan che vuole risalire presto in classifica in questa stagione e che vuole cercare di programmare un futuro più roseo possibile, non può prescindere dalle prestazioni del suo giovanissimo portiere. Pertanto, sarebbe doveroso che il club di Via Aldo Rossi provveda, presto, a blindare il suo gioiello, il cui contratto con i rossoneri, lo ricordiamo, scadrà il 30 giugno 2021.

Sono già avvenuti i primi contatti tra Paolo Maldini, Zvonimir Boban e Frederic Massara, dirigenti rossoneri, e Mino Raiola, procuratore di Donnarumma, per cercare di capire la situazione dell’estremo difensore milanista. Il ragazzo vuole restare al Milan, ne é tifoso da sempre ed a Milano, con i colori che ama, si trova molto bene. Sulla bilancia della trattativa, però, peserà soprattutto l’aspetto economico della questione.

Ed i negoziati si preannunciano tutt’altro che facili. Il Milan, infatti, alle prese con un rosso di bilancio importante ed un accesso alle coppe europee per la stagione 2020-2021 sempre più lontano, vorrebbe prolungare di una stagione il contratto di Donnarumma, portando la nuova scadenza al 30 giugno 2022, ‘spalmando’ però l’attuale ingaggio, che, in virtù di questa manovra all’insegna della ‘spending review’, passerebbe da 6 a 4,5 milioni di euro netti l’anno.

Raiola, da quell’orecchio, non sembra volerci sentire. Per fare apporre la firma del suo assistito sul nuovo accordo con il Diavolo, il procuratore di origine campana vorrebbe, per Donnarumma, uno stipendio di 8 milioni di euro netti a stagione fino al 30 giugno 2023. Domanda e offerta, al momento, sono nettamente agli antipodi e, per questo, le parti si sono prese del tempo, con la promessa di aggiornarsi nuovamente sotto Natale.

Nel frattempo, ne siamo certi, Raiola si guarderà intorno per Donnarumma: difficile che possa tornare alla carica il PSG, ormai sistematosi con Keylor Navas, ma è probabile che, per lui, si facciano avanti il Tottenham (che ha perso Hugo Lloris per un tremendo infortunio), il Chelsea, il Bayern Monaco (alle prese con la ricerca dell’erede di Manuel Neuer) e l’Arsenal. Attenzione, però, perché in queste ore sta riemergendo un’ipotesi che sembrava essersi assopita.

L’ha lanciata, nel pre-partita di Juventus-Milan, il giornalista di ‘Sky Sport’, Peppe Di Stefano, notoriamente ben informato delle vicende rossonere: secondo lui, per Donnarumma potrebbe verificarsi, in estate, un clamoroso trasferimento proprio alla Juventus, ben coperta tra i pali con il polacco Wojciech Szczęsny, ma desiderosa di compiere il salto di qualità visto anche l’imminente ritiro dal calcio giocato di un mostro sacro come Gianluigi Buffon.

Ecco perché, necessariamente, il Milan, ora, dovrà accelerare sulla questione rinnovo per Donnarumma. Il bilancio in passivo, come logico, richiederà dei sacrifici alla dirigenza rossonera ma privarsi del suo unico, vero campione in rosa per spedirlo ai rivali storici non sembra, sinceramente, essere una gran mossa. Ipotesi che, riteniamo, non sia contemplata dai vertici del club milanista. Anche perché, per abbattere il monte ingaggi ed incamerare cifre e plusvalenze importanti, possono partire anche altri elementi. Per i dettagli, continua a leggere >>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter/// Instagram/// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy