Calciomercato Milan – Idea rossonera: Laxalt (e soldi) per Ajer | News

ULTIME NOTIZIE CALCIOMERCATO MILAN – Il Diavolo potrebbe mettere le mani su Kristoffer Ajer del Celtic in vista del 2021-2022. Diego Laxalt la carta giusta

di Daniele Triolo, @danieletriolo
Diego Laxalt Kristoffer Ajer Celtic Calciomercato AC Milan

Calciomercato Milan, ‘ballano’ Laxalt e Ajer con il Celtic

 

ULTIME NOTIZIE CALCIOMERCATO MILANDiego Laxalt e Kristoffer Ajer sono i nomi intorno i quali potrebbe costruirsi la difesa del Milan per la stagione 2021-2022. Il primo, logicamente, in uscita; il secondo, consequenzialmente, in entrata.

Durante la scorsa estate di calciomercato, infatti, il Milan, che ha a lungo (e invano) cercato Ajer, alla fine ha ceduto Laxalt al Celtic. Il laterale mancino uruguaiano, classe 1993, si è trasferito in Scozia con la formula del prestito secco. In Serie A, con i rossoneri, d’altronde avrebbe avuto poco spazio, fagocitato da Theo Hernández.

In questi suoi primi mesi in biancoverde, però, Laxalt sta giocando ad ottimi livelli. L’ex Genoa e Torino ha conquistato tifosi, ambiente, staff tecnico. Tanto che il Celtic starebbe valutando di acquisirlo a titolo definitivo al termine della stagione.

Da qui, l’idea del Milan, che lo ricordiamo, come budget per il difensore centrale ha stanziato 15 milioni di euro. Il club di Via Aldo Rossi cederebbe acquisterebbe Ajer dal Celtic per 25 milioni di euro totali, sborsandone, però, soltanto 15 ed inserendo nell’operazione il cartellino di Laxalt, valutandolo 10.

Così facendo, il Diavolo avrebbe il difensore tanto inseguito a cifre sostenibili. Il Celtic avrebbe incassato la cifra desiderata, mantenendo definitivamente, al contempo, Laxalt agli ordini di Neil Lennon a Glasgow. E, in tutto questo, il club meneghino avrebbe anche fatto plusvalenza con l’uruguaiano.

Insomma, Laxalt-Ajer è un affare che farebbe tutti felici e contenti. CALCIOMERCATO MILAN, SVOLTA PER IL FUTURO DI OZAN KABAK: LE ULTIME >>>

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy