Calciomercato Milan – Da Elliott tetto salariale per i nuovi acquisti

Calciomercato Milan – Da Elliott tetto salariale per i nuovi acquisti

Il fondo Elliott, proprietario del Milan, avrebbe tracciato una linea precisa per le sessioni di mercato a venire: niente più spazio per gli ingaggi pesanti

di Daniele Triolo, @danieletriolo

CALCIOMERCATO MILAN – Secondo quanto riferito da ‘Sport Mediaset‘, il pesante rosso in bilancio (146 milioni di euro) del Milan dovrebbe avere, come immediata conseguenza, una ripercussione sulla strategia societaria per le sessioni a venire di calciomercato.

Tanto per cominciare, a gennaio 2020 non dovrebbero arrivare innesti di esperienza al Milan: calciatori da oltre 4 milioni di euro di ingaggio come tutti quelli accostati nelle ultime ore ai rossoneri (Zlatan Ibrahimovic, Luka Modric, Mario Mandzukic, Emre Can), non verranno più trattati.

Il fondo Elliott Management Corporation, proprietario del Milan, avrebbe, infatti, imposto un tetto salariale esattamente della metà, 2 milioni di euro netti a stagione per i nuovi acquisti del Diavolo. Si punterà quindi su giovani affamati e su nessun top player. Prima di rivedere la rosa in entrata, però, servirà soprattutto vendere per alleggerire il passivo.

Per ‘Sport Mediaset‘, i gioielli rossoneri per fare cassa sono tre: Gianluigi ‘Gigio’ Donnarumma, Lucas Paquetá e Jesús Suso. Se Donnarumma non accetterà di rinnovare il contratto abbassandosi l’ingaggio da 6 milioni a 4 milioni, in estate la sua valutazione potrebbe crollare attorno ai 25-30 milioni di euro ad un anno dalla scadenza contrattuale.

La società, però, ha provveduto a smentire, attraverso una nota ‘ANSA‘, che a gennaio i migliori giocatori possano lasciare il Milan: continua a leggere >>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy