Gattuso si fida dei suoi: solo titolari a disposizione

Gattuso si fida dei suoi: solo titolari a disposizione

L’allenatore rossonero non è spaventato dalle tante partite da giocare: la rosa a disposizione è composta solo da giocatori potenzialmente tutti titolari

di Redazione

Finita la pausa per le nazionali è tempo per il Milan di riprendere il cammino in Serie A dove, ad attenderlo, c’è la delicata trasferta contro il Cagliari di Rolando Maran. Una sfida insidiosa ma che Gennaro Gattuso affronta con la solita carica agonistica e fiducia nei mezzi a disposizione dei rossoneri.

E questo è stato proprio uno degli argomenti caldi affrontati all’interno della conferenza stampa di presentazione del match, nella quale l’allenatore rossonero ha parlato delle sue problematicità nella scelta degli uomini da mettere in campo: “La difficoltà più grande per me è decidere chi schierare. Ho una squadra che si allena con grande professionalità e impegno. Ogni volta che scelgo è difficile. Per questo non sono preoccupato del fatto che giochiamo ogni tre giorni. Abbiamo solo titolari”; parole sicuramente apprezzate dai giocatori rossoneri che vedono in Gattuso il primo a credere in loro.

Al di là però delle parole spese dal tecnico rossonero, i giocatori a disposizione sono effettivamente da considerarsi, per la maggior parte, dei potenziali titolari? Escludendo, per ovvie ragioni, i più utilizzati, troviamo sicuramente alternative all’undici titolare di altissimo livello.

Già partendo dalla porta troviamo Pepe Reina, uno di quei giocatori che lo stesso Gattuso definisce come un leader e che ha esperienza e carisma da vendere. Il reparto difensivo poi regala rincalzi che, seppur giovani, hanno già un certo spessore: la prima alternativa ai centrali difensivi è un certo Mattia Caldara, uno dei prospetti più luminosi nel panorama dei difensori e già nel giro della Nazionale; per quanto riguarda invece le fasce laterali, in attesa di Andrea Conti, è già entrato nelle rotazioni di Gennaro Gattuso Diego Laxalt, un giocatore giovane ma con già almeno 3 stagioni in Italia da titolare e un mondiale, quello appena passato, giocato da protagonista con la maglia dell’Uruguay.

A centrocampo le alternative ai tre titolari forse sono meno convincenti, in ogni caso sia Andrea Bertolacci, sia il neo acquisto Tiemoué Bakayoko possono risultare dei jolly importanti potendo entrambi ricoprire tutti i ruoli del centrocampo; sul francese c’è poi da aggiungere che una fisicità straripante, unita a un’esperienza discreta in Francia e in Inghilterra, anche su palcoscenici internazionali, faranno di lui una pedina importante dovesse essere messo in condizione di esprimersi come sa.

In attacco, infine, c’è un tridente di riserve dall’alto potenziale: con Fabio Borini tuttofare, ci sono infatti Samu Castillejo, già messosi in evidenza contro la Roma e smanioso di fare bene, e soprattutto Patrick Cutrone, uno che parte sempre indietro nelle gerarchie ma che ha già dimostrato come i suoi gol siano tanti e pesanti.

Insomma un Gennaro Gattuso che, sulla carta, può stare tranquillo per le 7 partite in 21 giorni in programma per il Milan che, vista la rosa a disposizione, non può fallire gli obiettivi stagionali.

Di Valerio Paini

++ Guarda Gratis per un mese DAZN!! CLICCA QUI ++

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy