Caldara: “Non sono ancora titolare? Non ci vedo nulla di strano”

Caldara: “Non sono ancora titolare? Non ci vedo nulla di strano”

Mattia Caldara, difensore del Milan, ha spiegato come sta procedendo il suo ambientamento in rossonero: “Devo capire come funziona la difesa a 4”

di Daniele Triolo, @danieletriolo

Mattia Caldara, 24enne difensore centrale del Milan, ha giocato, da titolare, al fianco di Alessio Romagnoli, allo stadio ‘da Luz‘ di Lisbona, in occasione della sconfitta per 1-0 dell’Italia in Portogallo ma nella squadra rossonera, finora, contro Napoli e Roma, ha fatto panchina fissa, vedendo giocare Mateo Musacchio.

Per il ragazzo, però, nessun ‘caso’, né tanto meno, nessun problema. Almeno fin qui. “Non ci trovo niente di strano. Abituarmi a giocare in una difesa a quattro, con dei concetti che il mister vuole completamente diversi da quelli che facevo a Bergamo, non è facile – ha sottolineato Caldara ai microfoni di ‘SportMediaset’ -. È un mese che sono a Milanello e ho capito quello che vuole il mister. In ogni allenamento cerco di mettere qualcosa in più di quello che mi chiede e spero di essere pronto il prima possibile”.

Sull’aspetto più difficile da apprendere i nuovi schemi, Caldara si è espresso così: “Sicuramente giocando a quattro ci sono meno anticipi, è un lavoro più di reparto, si lavora molto sull’uomo e non bisogna mai rompere la linea. Devo capire quando è il momento di romperla e quando serve invece seguire tutti insieme la linea per mandare in fuorigioco o meno l’attaccante”. Però, a quanto sembra, Gennaro Gattuso potrebbe dargli una chance dal 1′ alla ‘Sardegna Arena‘ di Cagliari: clicca qui per le ultime sulla probabile formazione del Diavolo!

++ Guarda Gratis per un mese DAZN!! CLICCA QUI ++

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy