Bonucci: “Milan? E’ stata una scelta sbagliata presa in un momento di rabbia”

Bonucci: “Milan? E’ stata una scelta sbagliata presa in un momento di rabbia”

Leonardo Bonucci, difensore della Juventus, si è (ri)presentato in conferenza stampa, soffermandosi ovviamente anche sul suo addio al Milan

di Salvatore Cantone, @sa_cantone

Leonardo Bonucci, difensore della Juventus, si è presentato nuovamente in conferenza stampa, in cui ha parlato ovviamente del suo addio al Milan: “La Juventus l’ho vista bene anche lo scorso anno, vince in Italia perché ha talenti, programmazione, una società solida, sono stato contento di tornare ed entusiasta di iniziare questo nuovo percorso, voglio migliorare sul campo. Allenarti con i migliori giocatori ti porta a migliorare. Prometto fame, sacrificio e senso di appartenenza. Perché sono tornato? Perché mi mancava casa, ringrazio la Juventus ed il mio agente ed il Milan che mi hanno permesso di essere qui oggi, ho voglia di centrare molti obiettivi”.

Sui tifosi:  “Li capisco e li rispetto, la mia decisione dello scorso anno molto emotiva mi ha portato a prendere una strada che in quel momento ritenevo giusta perché non mi sentivo a mio agio con la maglia della Juventus, ho preferito cambiare. Ma il cambio invece che darmi qualcosa in più non si è rivelato tale. Ho lasciato casa e la famiglia a Torino, ho deciso con il cuore di tornare qui, nonostante avessi avuto richieste da altre squadre in Europa”.

Sulla sua scelta di andare al Milan: “Le mie emozioni mi hanno portato a prendere quella decisione, poi ho maturato che le decisioni prese in un momento di rabbia non sono quelle giuste e ho avuto la fortuna di tornare in quella che oggi sento ancora casa. Non c’è stato un vero momento in cui ho deciso di tornare, ognuno aveva fatto le proprie valutazioni e siamo stati tutti d’accordo e contenti nel portare avanti questo trasferimento”.

Sull’anno vissuto al Milan: “Dell’anno del Milan mi porto la fortuna di aver conosciuto ed essere stato a contatto con Gattuso, una grandissima persona che ha risollevato le sorti del Milan arrivando a novembre. Anche per lui torno qui con un fortissimo bagaglio umano. E poi è stata un’esperienza che ha fortificato il rapporto con la mia famiglia: torno migliorato come essere umano. Le cose negative? Dal punto di vista societario avete visto tutti cosa è successo, noi abbiamo cercato di isolarci. Ma ora penso solo alla Juve”.

Intanto arrivano negli ultimi minuti delle novità importanti di mercato: CLICCA QUI per saperne di più!

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy