Abate: “Con la Juve niente cali di tensione, tutto può succedere”

Abate: “Con la Juve niente cali di tensione, tutto può succedere”

A qualche giorno da Milan-Juve ha parlato Abate, che dice di aver sempre creduto nel gruppo e che la classifica si guarderà a Natale.

Il Milan è in crescita, lo certificano i numeri e soprattutto la classifica. Basterà questo per fermare la favoritissima Juventus sabato sera a San Siro? Per adesso i rossoneri si godono il momento e il buon umore che è tornato a Milanello. Ai microfoni di Sky Sport ha parlato Ignazio Abate, che ha toccato diversi argomenti. Dal prossimo match contro la Vecchia Signora al morale del gruppo.

Ecco cosa ha detto sul momento della squadra: “Stiamo lavorando su un’idea di gioco ben precisa. Siamo partiti a fari spenti, ma abbiamo qualità importanti. Non eravamo da buttare due mesi fa e non siamo da Scudetto ora. Serve equilibrio. Intorno a Natale vedremo la classifica e vedremo se i miglioramenti saranno stati costanti. È presto, pensiamo partita dopo partita e a fare più punti possibili”.

Sul gruppo: “Ho sempre creduto in questo gruppo, ci sono giocatori di qualità e con principi morali molto forti. Ci sono i presupposti per fare molto bene. Per adesso siamo secondi e ci godiamo il momento. Siamo un bel gruppo che lavora insieme da tanto. Il mister ha ragione quando dice che abbiamo bisogno di spensieratezza e di pensare positivo. Si respira una bella atmosfera. Nessuno credeva in noi, ma con umiltà e lavoro stiamo mettendo un mattoncino alla volta. Non ci vogliamo fermare, ci sono giovani che ci danno un pizzico di follia e spensieratezza, fa sempre bene”.

Sui fantasmi delle ultime stagioni: “Quando non ci sono risultati è normale che ritornino i fantasmi del passato. Il mister però è stato bravo a isolarci da tutto e tutti. Siamo molto concentrati sul nostro lavoro e i risultati si stanno vedendo. Ci sono comunque ancora margini di miglioramento”.

Su Milan-Juventus: “Non ci potranno essere cali di tensione. Incontreremo una delle squadre più forti in Europa. Giocare davanti a San Siro pieno sarà bellissimo. È troppo tempo che non battiamo la Juve. La sconfitta in Coppa Italia brucia ancora, meritavamo di più. Affrontiamo i più forti e vedremo a che punto è la nostra crescita. È una partita da tripla, partiamo sfavoriti, ma nei 90′ può succedere di tutto”.

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

Montella: “Carichi per la Juve. Niang sarà una star”

La rivincita di Galliani, questo è il suo Milan

Il Milan secondo costa 45 milioni, i parametri zero sono un tesoro

SEGUICI SU: Facebook /// Twitter /// Google Plus /// Telegram

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy