Suso, dentro o fuori? Clausola e Napoli le spine per Gattuso

Suso, dentro o fuori? Clausola e Napoli le spine per Gattuso

Jesús Suso ha sempre dichiarato di voler restare al Milan, ma l’inquietudine di Massimiliano Mirabelli sembrerebbe un indizio contrario

di Daniele Triolo, @danieletriolo

L’edizione odierna del quotidiano ‘Tuttosport’ ha fatto il punto della situazione sullo spagnolo Jesús Suso, 24enne esterno offensivo spagnolo, punto di forza del Milan di Gennaro Gattuso. Dopo il rinnovo di contratto con il club di Via Aldo Rossi, infatti, una delle questioni più ‘spinose’ che il tecnico rossonero dovrà affrontare con la società, direttore sportivo Massimiliano Mirabelli in testa, è quella relativa al futuro dell’ex giocatore del Liverpool.

Il 25 settembre 2017 Suso ha rinnovato il proprio contratto con il Milan, prolungandolo fino al 30 giugno 2022 ed ottenendo l’ingaggio desiderato, 3 milioni netti l’anno: nel nuovo accordo con il sodalizio rossonero, però, è stata inserita una clausola rescissoria di 38 milioni di euro. Piuttosto bassa, se si considera il valore del giocatore e la sua incidenza nelle fortune della squadra sul campo (8 gol e 12 assist in 42 gare disputate tra campionato e coppe), ma tale clausola esiste.

Il ragazzo, nelle interviste, ha sempre dichiarato di trovarsi bene al Milan, di amare i colori rossoneri e di voler restare nonostante fosse stato corteggiato da club (quali, ad esempio, Roma e Tottenham) che partecipano regolarmente alla Champions League. A riportare, però, in auge una possibile partenza dello spagnolo, secondo ‘Tuttosport’, è stato proprio Mirabelli, pochi giorni prima della gara poi persa all’Allianz Stadium contro la Juventus, quando ha sottolineato come il Milan non trattenga nessuno controvoglia, come quella clausola sia stata inserita nel contratto non per volere della società e che, qualora Suso (o chiunque altro) non si senta più convinto del progetto tecnico rossonero potrà chiedere la cessione.

“Quel che è certo è che il Milan non metterà sul mercato Suso”, aveva però chiosato Mirabelli, anche perché, in base alle informazioni in possesso del quotidiano torinese, il principale indiziato a salutare il Diavolo in estate resta sempre Gianluigi Donnarumma. Quindi, a meno che non avvengano dei cataclismi societari, non andrà via un altro big come Suso. “Ma – ha incalzato ‘Tuttosport’ – dopo le parole di Mirabelli è lecito pensare che i dubbi possano averceli Suso ed il suo entourage, soprattutto di fronte ad una stagione che vedrà ancora una volta il Milan fuori dalla Champions League”.

In Spagna si dicono convinti che il Napoli punterà su di lui per affidargli il ruolo di esterno d’attacco nel 4-3-3 oggi appannaggio del connazionale José Maria Callejón. Intanto, però, bisognerà capire quale sarà il ruolo di Suso nel Milan 2018-2019: Gattuso punterà ancora su di lui? Sarà ancora ‘centrale’ come nell’attuale campionato? Se sarà così, l’allenatore del Milan dovrà modellare la sua squadra futura in base alle caratteristiche del nativo di Cadice, ‘spostando’ i gol nel settore centrale ed a sinistra. Così fosse, Gattuso dovrà essere molto bravo a convincere Suso della sua importanza nel Milan ed a fargli respingere al mittente ogni offerta.

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

Donnarumma e Suso, futuro incerto. Kalinić studia l’addio

Suso, il Napoli pronto a pagare la clausola

#AskSuso: “Preferisco il quarto posto alla vittoria in Coppa Italia”

Milan, Suso è indispensabile per Gattuso ma il futuro è nebuloso

Tutte le nostre news di calciomercato

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy