San Siro, Prof. Cosenza: “Struttura obsoleta, ma allarmismi ingiustificati”

San Siro, Prof. Cosenza: “Struttura obsoleta, ma allarmismi ingiustificati”

Il professor Cosenza ha parlato in esclusiva a ‘La Gazzetta dello Sport’ in merito alla situazione attuale di San Siro circa le vibrazioni e le oscillazioni

di Alessio Roccio, @Roccio92

ULTIME MILAN – Il professor Edoardo Cosenza (Università Federico II di Napoli) ha parlato in esclusiva a ‘La Gazzetta dello Sport’ in merito alla situazione attuale di San Siro circa le vibrazioni e i calcinacci caduti di recente all’interno dell’impianto.

Sulla sicurezza dello stadio: “L’ultima rilevazione del Politecnico di Milano ha detto che non ci sono pericoli riguardo la sicurezza dello stadio. Capisco che dopo il crollo del Ponte Morandi ci sia una sensibilità maggiore, ma non vanno creati allarmismi inutili e ingiustificati. San Siro è monitorato 24 ore su 24 e questo dà garanzie, poi però ci sono altri aspetti da tenere in considerazione. Vibrazioni, oscillazioni e caduta calcinacci sono problemi d’uso. Un fatto fisiologico che se rientrano in un certo range non devono destare preoccupazione. Il pubblico diviso ai lati del terzo anello è qualcosa di particolare, andrebbe capito se c’era un motivo di ordine pubblico”.

Il futuro degli stadi: “Le costruzioni in cemento armato sono le migliori, perché garantiscono durata (circa 90 anni) e sicurezza. Anche sulle oscillazioni danno meno problemi rispetto a quelli di acciaio inglesi”.

Su San Siro: “Il discorso nuovo stadio credo esuli da quello sicurezza. Ci sono altri minus come ad esempio far defluire il pubblico del terzo anello dalle torri: spazi angusti e chi soffre di claustrofobia può avere problemi. La struttura è obsoleta rispetto alle esigenze moderne”. Ecco l’inchiesta di questa mattina pubblicata dalla Gazzetta>>>

FIORENTINA-MILAN IN ESCLUSIVA SU DAZN. PER VEDERLA GRATIS, CLICCA QUI!

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy