Lucas Leiva, insulto da 10mila euro. Il calciatore si difende: “Tutto falso”

Lucas Leiva, insulto da 10mila euro. Il calciatore si difende: “Tutto falso”

Lucas Leiva è stato sanzionato con una multa da 10.000 euro per aver insultato un addetto stampa del Milan. Il calciatore si difende su Twitter

di Salvatore Cantone, @sa_cantone

ULTIME MILAN – Nelle ultime ore, così come viene sottolineato dalla Gazzetta dello Sport, tiene il banco Lucas Leiva. Secondo quanto scritto dal quotidiano Il Messaggero, il centrocampista avrebbe insultato un addetto stampa del Milan in sedia a rotelle, rivolgendo le seguenti parole: «Stai zitto e seduto». Il biancoceleste, però, si è difeso sul proprio account Twitter: “Mi preme chiarire che le accuse rivolte recentemente alla mia persona su eventuali fatti nel post partita di Milano, sono totalmente false ed infondate. È mia premura evidenziare in modo perentorio tale fatto increscioso e totalmente falso nei miei confronti, in quanto in dieci anni di carriera non mi sono mai permesso di mancare di rispetto a nessuno. Ciò non fa assolutamente parte del mio comportamento professionale e altresì offende non solo terzi, ma anche me a livello umano. Sicuramente in una partita di calcio, preso dalla tensione agonistica, posso aver detto molte cose, ma c’è sempre un limite che giammai mi sono permesso di superare, in quanto la mia educazione fondata su rispetto e buon senso non mi farebbe mai tollerare tale condotta”:

L’ex Liverpool ha confidato ai suoi compagni di squadra di aver discusso animatamente a fine gara con Suso e Borini, ma di non essere mai entrato in contatto in alcun modo con i dirigenti milanisti. Il Giudice Sportivo, però, evidentemente non ha creduto alle parole del calciatore, visto che il brasiliano ha ricevuto 10.000 di multa con la seguente motivazione: «Ammenda di 10mila euro per avere al termine della gara uscendo dal recinto di gioco, proferito parole offensive nei confronti dell’addetto stampa della squadra avversaria, infrazione rilevata dai collaboratori della Procura Federale». Intanto Kessie e Bakayoko rischiano una squalifica. Continua a leggere >>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy