Milan, bocciature dall’Europa: male Halilović e Bertolacci

Milan, bocciature dall’Europa: male Halilović e Bertolacci

Contro il Dudelange, Alen Halilović ed Andrea Bertolacci hanno deluso le aspettative. Riccardo Montolivo neanche preso in considerazione

di Daniele Triolo, @danieletriolo

Giovedì sera, a ‘San Siro’, contro il Dudelange, il centrocampista italo-argentino José Mauri è entrato molto bene in partita, dimostrando brio e vivacità nel momento in cui il tecnico Gennaro Gattuso lo ha chiamato in causa.

Così non si può dire, però, come ricordato dall’edizione odierna di ‘Tuttosport’, per Alen Halilović, Andrea Bertolacci e Riccardo Montolivo. L’ex capitano non è stato preso neanche in considerazione, e ha scaldato la panchina per tutti i 90’. Halilović e Bertolacci, invece, schierati titolari da Gattuso, sono stati sostituiti in avvio di ripresa, con i rossoneri sotto in casa per 2-1.

Non a caso, una volta usciti, il Milan si è risistemato meglio in campo, dando il via alla rimonta e conquistando, poi, la larga vittoria contro i lussemburghesi (5-2). Halilović e Bertolacci, dunque, sono accomunati da un triste destino, pur avendo una storia completamente differente. Per il croato, Nazionale Under 21, si trattava della sua prima volta da titolare con la maglia del Milan dopo i soli 3’ totalizzati in stagione, proprio all’andata contro il Dudelange.

Halilović è stato l’ultimo “regalo” di Massimiliano Mirabelli per il Milan: preso a parametro zero dall’Amburgo, si sperava che i rossoneri potessero ravvivarne il talento intravisto all’esordio della sua carriera, poi persosi in esperienze negative tra Spagna e Germania. I 52’ in Milan-Dudelange, però, hanno fatto capire come, almeno per il momento, il ragazzo con la maglia numero 77 non sia propriamente adatto ad un club come il Milan.

Magari lo si rivedrà in Coppa Italia, magari andrà via nella sessione di calciomercato di gennaio. Discorso diverso per Bertolacci: pagato 20 milioni di euro nell’estate 2015, è stato frenato nel suo primo anno rossonero da un lungo infortunio, poi sembrava essersi ripreso tornando in prestito al Genoa. Rientrato a Milano, è stato trattenuto da Gattuso, poiché sembrava averlo convinto. Eppure, fin qui, nemmeno un minuto in Serie A, due gare da titolare in Europa League, entrambe contro il Dudelange. Entrambe pessime. A gennaio probabile una separazione, definitiva, dal Diavolo, visto che è in scadenza di contratto.

SUL MERCATO, INTANTO, IL MILAN SI MOBILITA PER RINFORZARE IL PROPRIO ORGANICO. PER LE ULTIME SULLE TRATTATIVE, CONTINUA A LEGGERE >>>

+++A DICEMBRE tre gare del MILAN in diretta su DAZN. Guardale gratis! CLICCA QUI+++

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy