André Silva: un Mondiale che vale il futuro

André Silva: un Mondiale che vale il futuro

Il giovane attaccante rossonero André Silva dovrà sfruttare il Mondiale in Russia per potersi riscattare da una stagione deludente

di Giovanni Calenda

Una fase di stallo tanto lunga da sembrare eterna. E non ci riferiamo solo alla situazione societaria del Milan, punito lo scorso 22 maggio dalla UEFA per non aver offerto garanzie economiche necessarie per rientrare nei parametri del Fair Play Finanziario. Bensì alle operazioni di mercato entrate nel vivo già da diverse settimane. Uno dei nomi più dibattuti in via Aldo Rossi è quello di André Silva. Si parla tanto del suo futuro: alcuni rumors lo vogliono lontano dal capoluogo lombardo, altri pensano che sia meglio tenerselo stretto. ‘Tuttosport’, questa mattina, ha fatto chiarezza sulla sua posizione

La scorsa estate il Milan ha sborsato 38 milioni di euro per strapparlo dal Porto, società nella quale ha disputato anche i campionati giovanili. Una cifra che è sembrata ampiamente giustificata dal fatto che si trattasse di un giovane classe ’95 – al momento dell’acquisto aveva 21 anni -, di grande talento e quindi di prospettiva, tanto che anche il suo compagno di reparto Cristiano Ronaldo lo ha sempre elogiato (“Quando mi ritirerò la Nazionale sarà in buone mani”, riferendosi proprio a Silva).

In Serie A non ingrana: 2 soli gol in 24 partite. Il trend migliora sicuramente in Europa: 8 timbri in 14 gare, comprendendo anche quelle di qualificazione all’Europa League. Ma tutt’altra storia è lo score con la maglia della sua Nazionale, dove appare un autentico bomber: 12 reti in 23 partite. Più di un gol ogni due partite. E allora, come sostiene anche il quotidiano torinese, perché non aspettare il Mondiale? Basterebbe fermarsi solo a dare un’occhiata ai numeri che il portoghese produce con la maglia rossoverde per accorgersi delle qualità del talento lusitano.

Negli ultimi giorni si sono fatte insistenti le voci che vogliono uno scambio di prestiti tra André Silva e Falcao. Da una parte il giovane 22enne farebbe una nuova esperienza nel campionato francese, in attesa di riaverlo pronto l’anno prossimo a calcare i campi in erbetta a Milanello; dall’altra, puntare su un giocatore esperto che garantisca quel minimo di 15 gol stagionali che al Milan sono mancati lo scorso anno.

Secondo ‘Tuttosport’, quest’ipotesi sembra abbia subìto una forte frenata, come lo stesso Mirabelli conferma dalla Russia: “Lo scambio è improbabile: il colombiano sta per terminare la sua carriera di calciatore mentre Silva è nel pieno delle sue potenzialità. Ha bisogno di tempo per adattarsi e abituarsi al nostro campionato. In futuro sarà uno dei più forti nel suo ruolo. E infine, non abbiamo ricevuto offerte importanti per lui”. Intanto Falcao fa sapere che gradirebbe il passaggio al Milan: qui per tutti i dettagli della possibile operazione di mercato.

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy